Cerca

Cosenza, teschi umani

sulla nave dei veleni

Cosenza, teschi umani
Dietro un oblò della nave gli inquirenti che hanno analizzato il filmato del relitto, hanno notato la presenza di resti umani, precisamente di teschi. Si tinge di orrore la vicenda di Cetraro. Le telecamere del Rov, il robot utilizzato dalla Nautilus per la ricerca della motonave, naufragata a quasi dodici miglia dalla costa cetrarese e a 483 metri di profondità, hanno rilevato taluni agghiaccianti particolari che, se confermati, potrebbero determinare una svolta nel complessiva lettura della vicenda, introducendo dei particolari del tutto inediti, ed ora si pensa alla sorte dell'equipaggio, di cui non è mai stata trovata traccia.

La nave dunque potrebbe essere stata sarcofago non soltanto per scorie radioattive, ma anche per scomodi testimoni di un progetto delittuoso. Ieri il presidente della Provincia, Mario Oliverio, ha incontrato il procuratore di Paola, Bruno Giordano, per assumere informazioni sulle indagini in vista del consiglio provinciale straordinario che si terrà questa mattina alla presenza dei pescatori e dell’assessore all’Ambiente, Silvio Greco.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog