Cerca

Benigni fa "l'abusivo"

e gli sequestrano la barca

Benigni fa "l'abusivo"
Sassari - Probabilmente questa volta non si è messo a ridere, per quanto alla fine potrebbe cavarsela con poco. Roberto Benigni, in vacanza all’isola di Santa Maria, ha ormeggiato la sua barca, un gozzo in legno lungo poco più di 7 metri, ad una boa abusiva. Così è entrata in azione la guardia costiera. Nei verbali che sono stati inviati dalla procura di Tempo Pausania viene fatto riferimento al codice di navigazione, articolo 161, e ad un’operazione di controllo in atto ormai da due settimane sulle coste della Sardegna del nord. Zona da dove da più di 20 anni il comico toscano trascorre le ferie con la moglie Violetta Braschi.
Lui fa vita ritirata, lei scorrazza per il mare con il gozzo che spesso guida personalmente. Giovedì due motovedette e un gommone della guardia costiera si sono avvicinate alla spiaggia. A poche decine di metri dalla riva era ormeggiata l’imbarcazione. Nessuno era a bordo. Le operazioni di controllo si sono protratte per alcune ore. Le barca di Benigni e quelle di altri 11 proprietari non sono state portate via, nei verbali si affida la custodia ai proprietari, che si sono rivolti allo studio legale Fonnesu-Kersevan per cercare di ottenere un rapido dissequestro. “La sanzione è di qualche migliaio di euro, ma è oblazionabile”, ha osservato l'avvocato Antonio Fonnesu. Benigni e gli altri abusivi potrebbero così ottenere una riduzione pagando subito, cavarsela con una sanzione di 300/400 euro e conservare immacolata la fedina penale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nerocavallo

    09 Agosto 2008 - 12:12

    Eh no carini! La multa va pagata per intero senza alcuna "oblazione". Chi infrange la Legge deve pagare. Brunetta si è forse preoccupato di "fare delle differenze" e cioè non decurtare lo stipendio agli statali onesti veramente ammalati? No. Si consoli il dantesco Roberto. Lui che non ha uno stipendio di 1.150 euro al mese può permettersi di pagare senza fiatare. E poi, al prossimo spettacolo in piazza, potrà sempre attaccare "le regole anti-borghesi" del suo amico Soru e lasciare in pace il tanto odiato Silvio. Sono sicuro che non lo farà mai. Sono sicuro che nelle bolge infernali non allocherà mai i suoi amici della sinistra. Perciò, dignitosamente, se non deve dire nulla, paghi e faccia tacere anche il suo avvocato.

    Report

    Rispondi

blog