Cerca

Crisi, Berlusconi sulla ripresa:

in Italia ci sono le condizioni

Crisi, Berlusconi sulla ripresa:

"Il nostro paese ha saputo reagire meglio degli altri alla crisi. Ora ci sono le condizioni per riprendere il cammino verso lo sviluppo". Così il premier Silvio Berlusconi, parlando a 'Unomattina', ha fatto il punto sulla crisi economica ribadendo la bontà delle misure prese dal governo e ricordato che con l'approvazione di una finanziaria triennale, già dallo scorso anno sono state poste le premesse per affrontare le difficoltà degli ultimi 12 mesi mettendo in sicurezza i "conti pubblici". Berlusconi ha quindi sottolineato che nessun cittadino "sarà lasciato solo" nelle difficoltà.

Il ‘miracolo’ della ricostruzione - "Stiamo riuscendo in un miracolo. Come promesso, in 5 mesi consegnereno più di 400 nuovi appartamenti dei più di 4000, per trentamila persone, che ci siamo impegnati con i cittadini a realizzare". Silvio Berlusconi, in collegamento telefonico con 'Unomattina', fa il punto sulla ricostruzione in Abruzzo. Il premier, che oggi sarà a Bazzano per presenziare alla cerimonia di consegna dei nuovi alloggi, parla con "orgoglio e gioia" delle iniziative avviate dal governo per le aree colpite dal sisma, definendo questo impegno "moralità politica". "C'é grande soddisfazione per la ricostruzione, daremo ai cittadini case più solide e più sicure grazie al lavoro, alle tecnologie ed ai soldi italiani".

Il presidente del Consiglio ha garantito che sarà portata a termine anche la ricostruzione del centro storico dell'Aquila. "I tempi necessari saranno più lunghi, dai 5 ai 7 anni, ma tutto tornerà come prima", dice ricordando che il ministro dei beni culturali Sandro Bondi sta tenendo i contatti con i suoi omologhi dei paesi del G8 che si sono impegnati a finanziarie il restauro e la ricostruzione di alcuni beni artistici. Il Cavaliere spiega inoltre che l'Università del capoluogo sarà ricostruita in tempi rapidi e diventerà un polo culturale "importante" non solo per l'Abruzzo, grazie ad un progetto "di eccellenza" a livello internazionale. "Il ministro Gelmini ed i suoi collaboratori - ha aggiunto - stanno lavorando molto bene".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gbbonzanini

    30 Settembre 2009 - 16:04

    aro silvio se tu e tremonti non la smetterete di fare solo i duri con le banche, vi prenderete altri ceffoni, vedi tremonti bond. il vero potere ce l'hanno in mano loro oltre che i magistrati. se, partendo dal presupposto che svolgono una funzione di rilevanza costituzionale e pertanto soggetta a regolamentazione, non intervieni duro, di ceffoni tu e tremonti ne prenderete ancora.

    Report

    Rispondi

  • valeria78

    29 Settembre 2009 - 12:12

    Tutte palle..o papi solo i tuoi sudditi ti credono..non hai fatto niente contro la crisi e non e' di certo merito tuo se siamo stati colpiti meno di altri paesi.(per ora).pagliaccio...

    Report

    Rispondi

  • therock

    29 Settembre 2009 - 10:10

    questa storia dell'italia che ha reagito meglio degli altri paesi alla crisi, che non si lacserà nessuno indietro e che sono stati messi in sicurezza i conti pubblici è diventata una cantilena stucchevole...ma perchè io intorno vedo assunzioni solo precarie, aziende che chiudono e promuovono mobilità e cassa integrazione. Vivo fose in un altro paese? E sull'Aquila, invece del record e delle dirette televisive che provocano veramente fastidio, non ci si potrebbe sobriamente limitare a constatare che si stanno mantenendo gli impegni?

    Report

    Rispondi

blog