Cerca

Scontri polizia-centri sociali

Tre agenti feriti a Napoli

Scontri polizia-centri sociali
Durante il corteo organizzato a Napoli contro l’occupazione di un ex convento da parte di un’organizzazione di estrema destra, Casapound Italia, un centinaio di giovani appartenenti ai centri sociali hanno assalito i poliziotti nel tentativo di sfondare il corteo. Sono stati però respinti dagli uomini della polizia che nello scontro sono stati vittime del lancio di petardi, fumogeni, bottiglie e sassi. Nella zona degli incidenti, a Santa Teresa degli Scalzi, è scattato anche un blocco stradale attuato con i cassonetti dell’immondizia. Due poliziotti del reparto Mobile e un vicequestore sono finiti all’ospedale a seguito delle ferite riportate durante la colluttazione. Nel blocco stradale è rimasto coinvolto anche un gruppo di turisti a bordo del bus rosso scoperto, il City sightseeing. L’ex convento, di proprietà del Comune, è stato occupato dagli aderenti all’organizzazione di estrema destra Casapound Italia di modo che “una volta tolto dall’abbandono sia possibile farne un centro popolare aggregativi”, hanno spiegato  i promotori dell’iniziativa. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • mariser

    02 Ottobre 2009 - 10:10

    E' vergognoso che si permetta a questi teppisti di sovvertire l'ordine pubblico con manifestazioni che non hanno niente di politico se non il colore. Sarebbe questa la nuova classe politica preposta a sostituire la vecchia? Promette bene! Delinquenti, capaci solo di menare le mani e brandire bastoni, e pure vigliacchi che non hanno nemmeno il coraggio di mostrare la propria faccia. Per loro ,il luogo più appropriato è la galera.

    Report

    Rispondi

blog