Cerca

Forza posto di blocco

Uccide un maresciallo

Forza posto di blocco
 Investito e ucciso da un'auto che non si è fermata ad un posto di blocco. La vittima è un maresciallo dei carabinieri in servizio a Foligno, Andrea Angelucci, di 36 anni, residente a Spello. Secondo una prima ricostruzione, nel pomeriggio di ieri una pattuglia ha intimato l'alt ad un suv di colore scuro, che prima si' è fermato, poi all'improvviso è ripartito sfiorando i due militari. Piu' tardi, attorno alle 21.30, l'auto, risultata rubata, è stata rintracciata da un'altra pattuglia in una strada di campagna; anche questa volta il conducente è ripartito e ha travolto il maresciallo Angelucci, che è morto nella notte nonostante un disperato intervento chirurgico. Ancora senza esito le ricerche dell'auto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • hernando45

    03 Ottobre 2009 - 10:10

    Dire che come Italiano sono INDIGNATO di fronte a questo fatto è POCO. Si perchè,secondo quanto ho potuto apprendere dal TG1 delle 20.00 che quì dove vivo per differenza di fuso orario si vede alle 12.00, come giustamente anche il lettore POIANO dice, il SOGGETTO che a compiuto questo DELITTO DA TERRORISTA TALEBANO, risulta essere "il solito" PREGIUDICATO che non si riece a capire perchè sia stato di nuovo "RIMESSO IN GRADO DI DELINQUERE" molto probabilmente dal soloti GIUDICE di ben nota "TOLLERANZA". A questo punto Carissimo Direttore la prego di farci sapere (e secondo mè questo è uno di quei tipi di servizio che un giornale dovrebbe fornire) il nome di questo giudice (appositamente scritto con la g minuscola)in modo che noi Italiani che gli paghiamo lo stipendio si possa (come recita la famosa canzone di Masini) MANDARLO A FA'IN C..O. Ci si sdegna davanti ai poveri CARABINIERI che muoiono in Afghanistan mentre l'Afghanistan ce l'abbiamo in casa nostra per colpa di giudici IDIOTI!!!!! Alla famiglia del povero maresciallo và tutto il mio cordoglio unito al suggerimento di troversi un buon avvocato (es Ghidini che secondo mè in un caso del genere si dovrebbe impegnare GRATIS) per promuovere una causa di IRRESPONSABILITÂ contro questo giudice BEOTA e IDIOTA che come sempre accade in questi casi firmano il provvedimento di scarcerazione di soggetti di questo tipo, pensando che una volta usciti si mettano a fare i CHIERICHETTI!!!!!! Come giustamente scrive poiano, CHE SCHIFO!!!!!

    Report

    Rispondi

  • roaldr

    02 Ottobre 2009 - 13:01

    leggo che, il pregiudicato indiziato dell'omicidio (perchè tale è) del giovane maresciallo, sarebbe stato scarcerato a marzo di quest'anno. Pregherei il firmatario di tale scarcerazione, di presentarsi al funerale del povero carabiniere dichiarandosi pubblicamente, magari con un bell'intervento durante l'omelia. Se ne avesse il coraggio, coronerebbe il suo progetto di recupero sociale dell'assassino da lui rimesso in circolazione. Che schifo!

    Report

    Rispondi

blog