Cerca

Lodo Mondadori, l'Anm al PdL:

incredibile parlare di eversione

Lodo Mondadori, l'Anm al PdL:

Da una parte e dall’altra le accuse si sprecano. È bagarre sul Lodo Mondadori, dopo la decisione del giudice che impone a Fininvest il pagamento di 750milioni di risarcimento alla Cir di De Benedetti. E dopo l’ira del Pdl, che ieri ha parlato di "disegno eversivo", oggi la parola va all’associazione nazionale magistrati: “È incredibile che esponenti politici investiti di responsabilità istituzionali possano parlare di ‘disegno eversivo’ e affermare che ci sia chi sta tentando, con mezzi impropri, di contrastare la volontà democratica del popolo italiano”. Dopo aver espresso la propria “solidarietà e vicinanza” al giudice del tribunale di Milano Raimondo Mesiano , autore della sentenza e “oggetto di ripetuti attacchi e inaccettabili insulti da parte di esponenti politici e organi di stampa”, l’Anm parla di delegittimazione e ricorda che si tratta di “una sentenza civile di primo grado, dunque suscettibile di impugnazione”. “L'esercizio ordinario della giurisdizione, diretto ad assicurare la corretta applicazione della legge e l'uguaglianza di tutti i cittadini”, prosegue l’Associazione dei magistrati, “non può tollerare tentativi di condizionamento e fenomeni di sistematica delegittimazione dell'istituzione giudiziaria e delle sue decisioni”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    09 Ottobre 2009 - 11:11

    Nel mio post precedente ho scritto "onde alienarsi" che invece è da intendersi "onde accattivarsi".

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    09 Ottobre 2009 - 11:11

    Ha perfettamente ragione ad invocare riforme per sveltire la giustizia italiana,così farraginosa e infida,agli ultimi posti nel mondo.Le voglio però ricordare che nella scorsa legislatura del cdx si era posto mano a dei cambiamenti,un timido inizio e il tentativo di riformare lo scassato carrozzone,portato avanti dall'allora ministro Castelli e varato dal parlamento.Si da il caso che la magistratura insorse come e peggio dei talebani a Kabul,ma quell'inizio di riforma anche se piccolo,passò lo stesso tra le urla e strepiti dei democratici magistrati con in testa quel covo eversivo che è l'ANM,senonchè il successivo governo dell'accozzaglia brancaleonesca di arcobalenati pensò bene di annullarla immediatamente,onde alienarsi le simpatie della casta.E non solo questa riforma ha cancellato,come lei credo sappia,ma anche quella sulle pensioni,che ci faceva risparmiare un bel po di quattrini.E lei continua ancora a menarla con questa storia che i governi di Berlusconi non hanno fatto niente.Cerchi di essere onesto e lasci stare l'odio antiberlusconiano e riconosca che almeno questi ci provano a fare le riforme,ma se poi gli altri le osteggiano e addirittura le disfano come faceva la Penelope dell'odissea,allora come la mettiamo?

    Report

    Rispondi

  • gbbonzanini

    08 Ottobre 2009 - 18:06

    se a qualcuno venisse in mente di denunciare l'anm per associazionismo a fini eversivi, a chi dovrebbe rivolgersi? a palamara forse?

    Report

    Rispondi

  • gbbonzanini

    08 Ottobre 2009 - 18:06

    son mille volte che lo scrivo, e continuerò a scriverlo. qualcuno indaghi sull'acquisizione di aedes spa da parte del gruppo de benedetti. prometto sorprese sensazionali. nessun giornalista ne ha il coraggio?

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog