Cerca

D'Alema contro Franceschini:

Attacca me per avere visibilità

D'Alema contro Franceschini:
 Per fortuna che D’Alema c’è. Le bordate di oggi del “leader Maximo” nei confronti del segretario del Pd Franceschini sono le uniche note vivaci nella lunga corsa alla segreteria, iniziata ieri con la convenzione nazionale e che si concluderà il prossimo 25 ottobre.
Massimo D'Alema ospite della trasmissione sul web di Diego Bianchi alias Zoro manda a dire al segretario del Pd: "Non voglio fare lo scontro con Franceschini. Non m'interessa. Trovo solo un po' curioso che un segretario di partito per andare sui giornali abbia bisogno di attaccare me. Forse questa è una delle ragioni per cui è meglio cambiare segretario". Per poi aggiungere: "Franceschini indubbiamente raccoglie quasi tutta la nomenclatura del partito: Marini, Rutelli, Fassino, Veltroni. Lui è il candidato della nomenclatura centrale del Pd. Persone carissime, tutti amici miei ma, secondo me, dobbiamo cambiarlo questo partito". Ma a
strettissimo giro arriva la replica. "D'Alema è fantastico! Dice - spiega Dario Franceschini - che se verrò eletto io gli iscritti se ne andranno dal Pd. Io rispondo che non è vero e lui dice che l'attacco". Per D'Alema, però Pier Luigi Bersani "è l'uomo giusto per costruire il partito. Ieri lui non ha attaccato nessuno, ha criticato Berlusconi ed è giusto ma ha parlato di cose che servono all'Italia, si occupa dei problemi degli italiani. E ha una qualità splendida, in tutti gli scontri e i litigi lui non ha mai litigato con nessuno e questo gli dà la forza per essere la persona giusta. È uno che anziché seminare zizzania si occupa dei problemi degli italiani".

“Marino è il nuovo” – Dall'ex premier parole positive anche per Ignazio Marino: la sua candidatura, ha detto D'Alema, "è il nuovo e porta nella competizione persone che forse non ci sarebbero state". Ma poi azzarda anche un pronostico: "Secondo me Bersani alle primarie otterrà una percentuale non lontana da quella ottenuta nei congressi dei circoli, quindi intorno al 55%". E a scendere in campo, questa mattina anche l'altro candidato alla segreteria, Pier Luigi Bersani che da Napoli ha affermato: "Dopo ieri la mia proposta è chiara ma sinceramente non ho capito qual è la proposta della mozione di Franceschini. Che cosa vogliamo fare, andiamo avanti così?" Francesco Rutelli lancia invece auspici affinchè il 25 il partito nasca: "Spero che il Pd ce la faccia a nascere alle primarie, ma se non ce la fa dovremmo ragionare con tutte le persone di buona volontà su cosa fare in Italia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • lostracco

    13 Ottobre 2009 - 09:09

    E dopo questa querelle si ben capisce perchè si chiama PD:Partito Demenziale.

    Report

    Rispondi

  • toninopintus

    13 Ottobre 2009 - 09:09

    Nel teatrino del Pd, dove non ci sono primedonne, ci sono tanti ometti piccoli piccoli e tutti... secondi. Ho perso la conta dei segretari dal 1994 in poi, ovvero da quando hanno cominciato a inveire a testa bassa contro Berlusconi e ci si sono scornati uno dopo l'altro. Non si sono resi conto che l'antiberlusconismo paga solo in termini di notorietà, con grandi titoli sui giornali di partito, su quelli amici e su quelli fiancheggiatori, ma in termini di peso politico, di voti, di produttività ha portato solo (come dice quell'allenatore portoghese) "zeru tituli". Ovviamente, se fossi un simpatizzante del Pd, inviterei tutta l'intellighenzia a cambiare strategia, a confrontarsi sui fatti, a dire qualche "sì" quando è opportuno, a non piangersi addosso, a non auspicare catastrofi nazionali che fanno solo male all'immagine del nostro Paese, eccetera. Ma chi me lo fa fare? Lasciamoli sbagliare, anzi incoraggiamoli a inasprire gli attacchi frontali a Berlusconi, magari facendo a gara con il collerico molisano a chi le spara più grosse e grossolane. Aspettiamo il nuovo segretario e auguriamoci che, fra i diversi candidati, vinca il peggiore!

    Report

    Rispondi

  • gbbonzanini

    13 Ottobre 2009 - 09:09

    domenica andiamo tutti a votare alle primarie del pd per franceschini. se diventa segretario siamo a posto, sei mesi e il pd chiude bottega.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    12 Ottobre 2009 - 18:06

    Franceschini somiglia molto a quel giovanotto che appare all'improvviso in ogni trasmissione televisiva all'aperto quando si fanno delle interviste.Appare e si piazza a latere del giornalista impedendo alla trasmissione di concludersi correttamente ma,lui è apparso. Questi è Franceschini,cerca la notorietà in ogni caso e poi la sfrutta per farsi avanti. On.le D'Alema,certi soggetti,come Di Pietro,ve li siete scelti pur di dar fastidio a Berlusconi;oggi,sono diventati dei bumeraang.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog