Cerca

Farefuturo: l'Italia abbandoni

questo bipolarismo al viagra

Farefuturo: l'Italia abbandoni
 Basta con il bipolarismo “al viagra” che non funziona più e non riesce a costruire l’Italia del futuro. La riflessione arriva da Ffwebmagazine, il periodico on line della fondazione Farefuturo presieduta da Gianfranco Fini, con un corsivo del direttore Filippo Rossi. Si deve "cominciare a immagazzinare i mattoni di un'Italia futura che non continui inesorabilmente a dividersi in un bipolarismo al viagra: drogato, dopato, perennemente eccitato. Mattoni che non serviranno a costruire mura. Mattoni che serviranno a costruire i ponti necessari a ricominciare, gradualmente, a parlare, a comunicare, a capirsi. A vivere senza seguire il ritmo perverso dell'odio". Questi alcuni passaggi della riflessione che farà sicuramente discutere, oltre che per i messaggi lanciati, anche e soprattutto perché arriva da ambienti vicini al presidente della Camera che negli ultimi tempi, soprattutto sulla vicenda del lodo Alfano, non ha mancato di sottolineare la propria divergenza con il premier Silvio Berlusconi.

"Gusto dell'eresia" - "Urla per il silenzio, ecco cosa servirebbe – scrive Rossi – Ed è da questa contraddizione, da questa schizofrenia, che non si riesce proprio a uscire. Perche' se urli fai immediatamente parte di un teatrino, ti butti nella mischia, diventi tifoso, parte in causa, e se non urli nessuno ti ascolta, rimani ai margini, come se quella tua sensibilità diversa non esistesse, fosse bandita dalla società, dalla comunità politica. Reietti, ecco come si rischia di sentirsi, a rimanere in un silenzio scelto per senso di responsabilità istituzionale, per convinzione politica, per perplessità culturale. Impotenti". Poi la conclusione: “L'unica cosa che si può fare è quella che stiamo già facendo. Sorseggiare a piccoli sorsi il pensiero traverso, il gusto dell'eresia, l'ignominia della libertà intellettuale. Mettersi da parte, non andare allo stadio, non sottostare allo slogan. Non innalzare gli stendardi di una guerra che non capiamo".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • dellelmodiscipio

    13 Ottobre 2009 - 09:09

    Sintetico e lucido come le quartine di Nostradamus.

    Report

    Rispondi

  • toninopintus

    13 Ottobre 2009 - 09:09

    Farefuturo esprime chiaramente il Fini-pensiero, quello che il presidente della Camera non ci ha mai fatto mancare nelle ultime settimane. Nelle intenzioni di Fini, le posizioni assunte negli ultimi tempi dovrebbero proporlo come uomo super partes, responsabile, pronto al dialogo e persino come eventuale leader di un esecutivo tecnico in caso di crisi politica. Fini dimentica, o finge di non ricordare, da dove proviene. Dov'è ora ce lo ha messo Berlusconi, non c'è arrivato col suo carisma e le sue capacità. Prima di essere "sdoganato" (così si disse) dal cavaliere, guidava un partitello che si barcamenava con un consenso attorno al 10 per cento, all'estrema destra dello schieramento politico nazionale, era definito neo-fascista, fuori dell'arco costituzionale, nessuno avrebbe mai fatto un'alleanza con lui. E ora vuol dare lezioni di serietà agli altri? Anche Casini ha ricoperto quella carica tempo addietro e si era illuso di contare parecchio, assumendo atteggiamenti e posizioni da primo della classe: guardatelo adesso... Attento, Gianfranco! Sic transit gloria mundi.

    Report

    Rispondi

  • renatozannoni

    13 Ottobre 2009 - 09:09

    Mi rivolgo, in particolare, all'Onorevole Fini che, per la sua provenienza politica, dovrebbe conscere cosa è un regime e il clima che esso genera: non le sembra che stiamo vivendo in un REGIME della peggiore sinistra? Veda "Repubblica", certi giudici, certe corti costituzionali, e non solo. Come uscirne? Urlare, sono d'aacordo, non serve, ma neanche il silenzio otterrà risultati. Lei che, ogni tanto, propone esprimenti innovativi, si faccia venire qulche idea per estirpare questo cancro. Così non ci sarà più bisogno del viagra per ristabilire un sano bipolarismo. Renato Zannoni

    Report

    Rispondi

  • gbbonzanini

    13 Ottobre 2009 - 09:09

    se le cure le propone montezemolo assieme a fini, preferisco tenermi il male.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog