Cerca

Roma, riapre la stazione

dell'omicidio Reggiani

Roma, riapre la stazione

È stata scoperta oggi alla stazione di Tor di Quinto a Roma una targa con su scritto: “Contro ogni forma di violenza nei confronti delle donne, il Comune di Roma pose il 13/10/2009 in memoria di Giovanna Reggiani, vittima di inaudita violenza in questo luogo il 30/10/2007”. Chiusa due anni fa all’indomani dell’omicidio di Giovanna reggiani, la stazione è stata completamente ricostruita e sarà riaperta domani al pubblico.


Presente il marito di Giovanna - A scoprire la targa c'erano il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, il presidente della Regione, Piero Marrazzo e il marito della signora Reggiani, Giovanni Gumiero. La strada di accesso alla stazione, dove la donna fu aggredita, è stata illuminata, asfaltata e dotata di un percorso pedonale protetto e pavimentato. L'area è poi sorvegliata da telecamere. "Siamo qui, tutte le istituzioni, a dare un segno - ha detto Alemanno - offrire ai cittadini una Roma migliore. Una sorta di spirito della memoria e sfida verso il futuro"."Noi, come Regione, abbiamo pensato che questa dovesse divenire una delle più importanti ferrovie di Italia e d'Europa", ha detto Marrazzo. "Giovanna - ha detto l'ammiraglio Gumiero - era una donna semplice che amava la discrezione, che non avrebbe gradito che il suo nome avesse una cassa di risonanza, ma abbinare l'idea dell'inaugurazione di una nuova stazione al monito contro tutte le violenze, lo avrebbe condiviso".  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog