Cerca

Metalmeccanici, Bombassei:

"Presto la firma ma separata"

Metalmeccanici, Bombassei:

Il Contratto dei metalmeccanici dovrebbe chiudersi “in pochi giorni” ma con una firma separata, senza la Fiom-Cgil. A sostenerlo è il vice presidente di confindustria Alberto Bombassei, questo pomeriggio a margine di un convegno sul contratto unico a cui ha partecipato anche il segretario della Cgil Guglielmo Epifani. “Sicuramente – ha detto Bombassei - il contratto si firmerà separatamente, perché lo sciopero dell'altro giorno è stato un messaggio estremamente chiaro. Mi auguro che possa essere veramente chiuso in pochi giorni, in modo che possa poi fare da apripista a tutti gli altri contratti in scadenza”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • toninopintus

    14 Ottobre 2009 - 10:10

    Figuriamoci se la Cgil può firmare un contratto di lavoro o un accordo qualsiasi quando governa Berlusconi e aiutare l'economia del Paese a risollevarsi o un settore in crisi a riprendere il passo. Storia vecchia: lo sanno anche i lattanti che il sindacato della sinistra deve dissentire dagli altri e deve contrastare i "padroni" comunque sia, anche se l'opinione pubblica non lo capisce. Ricordiamo qualche fatterello non troppo lontano, tipo il contratto del pubblico impiego e il salvataggio dell'Alitalia. Fosse stato per la buona volontà della Cgil, tutti i lavoratori del pubblico impiego aspetterebbero ancora il nuovo contratto per anni, mentre la compagnia di bandiera sarebbe fallita e bollita. Meno male che gli altri hanno firmato subito, dopo un ragionevole accordo, per cui Epifani e compagni sono stati poi costretti ad accondiscendere facendo buon viso a cattivo gioco. Un gioco che, a quanto pare, continua, anche se l'esito è scontato: la Cgil finirà per firmare. In ginocchio, sì, ma firmerà.

    Report

    Rispondi

blog