Cerca

Trattative Stato-mafia

'Papello' nelle mani dei giudici

Trattative Stato-mafia
Una copia del "papello", l’elenco di tutte le richieste che la mafia fece allo Stato per interrompere la stagione delle stragi, è stato consegnato mercoledì mattina alla Procura di Palermo. Lo hanno confermano fonti qualificate del palazzo di giustizia. È stata Francesca Russo, avvocato di Massimo Ciancimino, figlio dell'ex sindaco del capoluogo siciliano, a consegnare una copia del documento al procuratore aggiunto Roberto Scarpinato e al pm Nino Di Matteo. Il legale di Ciancimino avrebbe consegnato anche altri documenti.

Il 'Papello' - Il 'papello' è un documento in cui i boss avevano messo per iscritto le loro richieste allo Stato in una trattativa di cui avrebbe dovuto essere mediatore l'ex sindaco di Palermo Vito Ciancimino, condannato per mafia e morto alcuni fa. Secondo il settimanale "L'Espresso", il 'papello' si articola in 12 punti e accanto a questo elenco ce n’è un altro che sarebbe stato scritto di suo pugno da Vito Ciancimino. Tra le richieste, l'abolizione del reato di associazione mafiosa e una riforma del processo penale ispirata al sistema statunitense oltre alla defiscalizzazione della benzina.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gbbonzanini

    16 Ottobre 2009 - 12:12

    Non avendo ancora letto il ,papello, chiedo se è vero che tra le dodici richieste rivolte allo Stato Italiano, c'era anche La Banca Per Il Sud? Grazie.

    Report

    Rispondi

blog