Cerca

Roma, esplode palazzina

Tre feriti, 24 famiglie sfollate

Roma, esplode palazzina
Tre persone sono rimaste ferite e 24 famiglie sono state evacuate in seguito all’esplosione avvenuta questa mattina intorno alle 4.20 in un appartamento in uno stabile di via Caleffi, nel quartiere Tiburtino Terzo a Roma. Da una prima ricostruzione, l'esplosione è avvenuta all'interno dell'abitazione dove vive un uomo di 68 anni, il ferito più grave, e ha anche interessato altri due appartamenti. Gli altri due feriti, una coppia di coniugi di 58 e di 54 anni, sono stati trasportati all'ospedale Pertini ma le condizioni non appaiono gravi. Al vaglio due ipotesi: una fuga di gas o un probabile tentativo di suicidio. Secondo quanto affermano i carabinieri, all'interno dell'appartamento dove viveva V.F., di 68 anni, dove è avvenuta l'esplosione, sono state trovate le manopole del gas aperte. L'uomo, ricoverato in codice rosso, era in cura in un centro di igiene mentale. Da una prima verifica, inoltre, confermata anche dall'Italgas, non risultano guasti all'impianto condominiale del palazzo. Sul posto è presente il personale della protezione civile del Comune di Roma, insieme ai vigili del fuoco, che sta verificando dove alloggiare gli inquilini evacuati dagli 11 appartamenti dell'edificio che potrebbero essere rimasti lesionati per l'esplosione. “Abbiamo sentito un forte boato, sembrava il terremoto”, racconta un inquilino dello stabile dove è avvenuta l’esplosione; “Mi sono affacciato da una finestra di casa mia ed ho visto un gran polverone e dei calcinacci nel vialetto sotto casa, in quel momento ho capito che doveva essere esploso qualcosa”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog