Cerca

Bimbo morto intossicato

da braciere, mamma grave

Bimbo morto intossicato

Manuela Rodriguez Fortez, 40 anni non ancora compiuti, viveva facendo la domestica ed era una ragazza madre, il padre del piccolo Elvis, 6 anni, un cittadino di origine marocchina, l'aveva abbandonata. Madre e figlio, capoverdiani, sono stati entrambi intossicati dal monossido di carbonio sprigionato un piccolo braciere, acceso per ripararsi dal freddo pungente che in questi giorni ha gelato la città e per ovviare alla mancanza di altre fonti di calore: l'elettricità era staccata da circa due settimane forse per morosità. Il corpicino del piccolo Elvis giaceva accanto a quello della donna ridotta in condizioni gravi, ora ricoverata all’ospedale San Gennaro. A scoprire la tragedia sono stati i vigili del fuoco allertati dai vicini di casa, tra cui una zia della vittima, che hanno avvertito un odore particolarmente sgradevole proveniente dall'abitazione. Così hanno sfondato la porta e si sono ritrovati davanti a uno spettacolo macabro. Il corpo del bambino inerte, probabilmente morto da più giorni. E, poco distante, la quarantenne, in fin di vita. Non c'erano fughe di gas in casa - avvertono i vigili del fuoco - e la porta era chiusa dall'interno. Perciò è probabile che i due siano rimasti vittime di intossicazione da carbonio generata dal braciere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog