Cerca

Il Csm apre una pratica

in difesa di Mesiano

Il Csm apre una pratica
Il Csm ha aperto una pratica a tutela del giudice del Tribunale civile di Milano Raimondo Mesiano, per gli attacchi ricevuti dopo aver condannato la Fininvest, holding della famiglia Berlusconi, al risarcimento di 750 milioni di euro a favore della Cir di Carlo De Benedetti per la vicenda del lodo Mondadori.

L'intervento del Csm era stato sollecitato da una quindicina di consiglieri, i togati di Unicost, Magistratura democratica e Movimento per la giustizia e i laici del centrosinistra. L'iniziativa era stata presa dopo che il presidente del Consiglio aveva definito "un'enormità giuridica" la decisione di Mesiano e i capigruppo del Pdl alla Camera e al Senato avevano parlato di "disegno eversivo".

Effetto Brachino - Il giudice Raimondo Mesiano da ieri ha a disposizione un'auto con autista civile che lo accompagnerà da casa all'ufficio e viceversa. Lo ha deciso la Corte d'appello di Milano per evitare l'assalto dei giornalisti al magistrato del Lodo Mondadori, che di solito andava in tribunale a piedi o utilizzando i mezzi pubblici.


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gbbonzanini

    21 Ottobre 2009 - 10:10

    questo nobile e impavido Robin Hood che dal Palazzaccio di Via Larga ha tolto al ricco Silvio per dare all'Ingegner Sceriffo di Nottingham. Nessuno tocchi Caino, nessuno tocchi Mesiano. E il popolo dei parrucconi co bavaglia, non poteva che mostrargli imperitura riconoscenza facendogli dono di un leggiadro cavallo azzurro, con la raccomandazione però di usare calzini in tinta e biancheria intima rigorosamente rossa. Sei un grande Mesiano, la gente do Lockwood è tutta con te. Grandi orizzonti ti attendono: o il posto di Palamara, o il Posto di Nicola Mancino.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    20 Ottobre 2009 - 23:11

    Sono ormai senza parole,parlano i fatti.

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    20 Ottobre 2009 - 18:06

    Lo avete visto anche voi. Berlusconi è stato bersagliato da Repubblica , da Farefuturo, dalla stampa estera, da Sant'oro che lo ha sporcificato dai piedi ai capelli, non da solo ma anche con i suoi rinforzi Ruotolo, Travaglio, Vauro, la contessina noblesse oblige etc. Un fuoco di fila di sputtanamento a largo raggio. A pensare che il Nostro si era permesso alcune licenze a casa sua,nel suo domicilio , nel suo privèe, nella sua villa, nella sua proprietà. Palate di fango e letame sul viso, sul corpo, dovunque. Roba che avrebbe armato per una vendetta chiunque, tranne il Silvio dai nervi di acciaio. Nè una voce si levò a sua difesa, nè un giornale, nè un CDRedazione, nè la FNSI.Feltri e Belpietro che acecnanrono ad una difesa furono tacciati di servilismo, di leccaculi del padrone. Anzi alle rimostranze sacrosante del premier la FNSI e le opposizioni levarono lai al cielo e gridarono forte alla dittatura, alla minacciata libertà di stampa. CHE FEGATO RAGAZZI, IL FEGATO PUTEOLENTE E BILIOSO DEI PATACCARI DI PROFESSIONE!!!!!! Di contro, Canale5 manda un servizio sul giudice monocratico che da solo ha inflitto 750milioni di euro di penale a Berlusca ,da trasferire nelle tasche avide benedettine, riprendendolo per la pubblica via e magari "ironizzando" sul suo modo poco ortodosso di vestire,....APRITI CIELO. Giudici a difesa della categoria minacciano querele, il garante della privacy che prima dormiva i sonni di Aligi nel paese delle meraviglie si è svegliato di botto recriminando e reclamando riservatezza,il CSM minaccia sfracelli, la stampa tutta coesa con il "povero magistrato" vilipeso e sottoposto al pubblico flagello,il CDRedazione di Mediaset , di RAI uno due e tre...tutti contro Brachino che poveraccio ha dovuto chedere scusa per smorzare l'incendio che stava divampando come quello della California. Tutto regolare? Da che parte sta la dittatura miei cari signori? E quei mortidisonno della destra che fanno in parlamento, le s*ghe?? Non credo a questo punto che siano di destra, fanno finta, come faceva la DC, che faceva finta di essere DC. Ora si vede da che parte stanno.

    Report

    Rispondi

  • z.signorini

    20 Ottobre 2009 - 17:05

    Ho letto le motivazioni della respinta del Lodo Alfano. Questi giudici credo che prima di parlare si fanno in tutti i sensi. Discono che i parlamentari sono uguali a qualsiasi cittadino, non serviva che fossero loro a dirlo scrivendo 60 pagine, lo si sapeva già tutto questo. ma la domanda è questa: i magistrati e tutti quei buffoni che lavorano nella giustizia sono uguali al cittadino? No loro sono una casta, è giusto che il popolo italiano mandi a casa quella casta di fanulloni.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog