Cerca

Messina, colpo alla mafia:

sequestro da 200 milioni

Messina, colpo alla mafia:
La Dia di Messina ha confiscato beni per 200 milioni di euro riconducibili a Mario G. Scinardo, 44 anni, originario di Capizzi (Messina). E' ritenuto uomo di fiducia del Capo di cosa nostra della provincia di Messina, Sebastiano Rampulla. Si tratta di uno dei provvedimenti di confisca più consistenti mai compiuti in Italia. L'operazione è stata coordinata dal procuratore di Catania Vincenzo D'Agata. Il patrimonio confiscato è costituito da aziende, 230 immobili, 90 mezzi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • franco.ita

    21 Ottobre 2009 - 15:03

    Beni confiscati! che bello....tranquilli che tra poco andranno tutti fuori per decorrenza dei termini....ma dividiamola questa Italietta!!!!!

    Report

    Rispondi

blog