Cerca

Rifiuti a Napoli,

indagato Bassolino

Rifiuti a Napoli,

Nove persone sono indagate dalla Il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino ed il prefetto di Napoli Alessandro Pansa sono indagati dalla procura della Repubblica di Napoli nell'inchiesta relativa a presunte irregolarità nell'affidamento di lavori di bonifica di siti e falde inquinati lungo il litorale flegreo. Oltre ai due sono indagate anche altre sette persone. Bassolino e Alessandro Pansa sono sottoposti ad indagini per fatti connessi alla funzione svolta in passato, in momenti diversi, di Commissari per l'emergenza rifiuti in Campania. Gli altri indagati sono i sub-commissari pro-tempore Raffaele Vanoli ed Arcangelo Cesarano, l'avvocato distrettuale dello Stato Giuliano Percopo, il presidente pro-tempore della Jacorossi imprese Ovidio Jacorossi, il vicepresidente Michele Giustozzi, il dirigente della Regione Campania per il settore ambientale Mario Lupacchini, ed, infine, Vincenzo Cocuzza, incaricato dalla Regione Campania di un parere su un atto. Per tutti gli indagati i reati ipotizzati sono concorso in abuso di ufficio, falso, truffa ai danni dello Stato e corruzione.

La procura partenopea ha disposto diverse perquisizioni. Una riguarda la società Jacorossi imprese spa, con sede a Roma, incaricata fin dal 2001 di eseguire interventi di bonifica lungo il litorale flegreo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andrearobazzalibero.it

    24 Ottobre 2009 - 13:01

    io come cittadino mi sento truffato da gentaglia come bassolino,mastella e quanti come loro.penso che ci dovremmo costituire parte civile e fare loro causa come privati.

    Report

    Rispondi

  • giulio45

    24 Ottobre 2009 - 10:10

    Era ora,ma speriamo che non sia un'altra buffonata della magistratura napoletana vche quando si tratta di personaggi della sinistra si dimentica per anni di emanare la sentenza, .Vergogna

    Report

    Rispondi

  • vincenzomorlando

    23 Ottobre 2009 - 15:03

    ..in galera BASSOLINO e tutti quelli come lui.Delinquenti e farabutti.

    Report

    Rispondi

  • 44carlomaria

    23 Ottobre 2009 - 15:03

    Basta è ora di finirla. I giudici usano procedimenti ad orologeria: stanno eleggendo il segretario dei PD e viene incriminato Bassolino, il Pascalone e' Nola d'oggi, l'eroe senza macchia e senza paura che aiuta a diffondere l'immagine napoletana nel mondo. Bersani, il suo sponsor, l'altra sera in una trasmissione televisiva ha risposto, a chi si permetteva di sparlare di Bassolino, che nessuno giudice lo aveva condannato. Sfoggiando il suo miglior sorriso da faccia di prosciutto ha aggiunto che Bassolino è il politico del PD che ha il maggior numero di tessere. Ai posteri l'ardua sentenza: Bersani "ant'o gnanc caghè". Traduzione, per chi non è emiliano: "non ti cago". Asvedommia

    Report

    Rispondi

blog