Cerca

Donna chiede il divorzio

"Mio marito va con i trans"

Donna chiede il divorzio
 Il ‘vizietto’ sembra dilagare nella penisola italiana. L’ultima arriva dal sud dove una donna ha chiesto il divorzio dopo aver beccato la relazione adultera del marito con un transessuale. È la vicenda che vede protagonista una donna di origine campana, Alessia M., di 35 anni, maresciallo dei carabinieri in servizio a Reggio Calabria. La donna si è rivolta a due legali di Napoli, il prof. Mario Vittorio Chiusolo e l'avvocato Lucia Caputo, chiedendo la separazione per la 'deviazione sessuale’ del marito. Alessia M. ha riferito anche di avere appreso che il marito, Marco C., di 40 anni, ispettore di polizia, “ha una relazione con un trans dopo reiterati pedinamenti”. La coppia è sposata da sette anni ed ha un bambino di cinque. Alessia M. ha chiesto anche che al marito venga tolta la potestà genitoriale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • antonio_morea

    26 Ottobre 2009 - 09:09

    Ecco signori questo e' il risultato di tutti questi films trasmissioni ed altro che vengono premiati perche' parlano di omosessualita'. Per me sono dei poveri cristi che le proprie mogli non gliela danno e non sono capaci neanche stuzzicarle. Insomma dove' finito l'intrigo coniugale la complicita' coniugale. Troppo facile rifugiarsi pagando un rapporto con trans. Ma che cazzo di uomini sono questi.

    Report

    Rispondi

  • gbbonzanini

    24 Ottobre 2009 - 21:09

    mi sembra giusto, più che giusto. Se comunque la signora volesse cambiare verdura, faccia uno squillo, siamo ancora in tanti sulla sponda giusta.

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    24 Ottobre 2009 - 21:09

    Per le persone moralmente corrette se ancora non l'avessero compreso,un transessuale è un uomo fisicamente come altri ma,con il solo difetto di essere disposto a svolgere tutte e due i ruoli. Prostituzione sessuale a pagamento per ambo i desideri ed allora, quando si vedono uomini andare con i trans,nasce il dubbio che chi va con certa gente,quantomeno è uguale a costui. Nedl nostro Paese la degenenerazione si sta espandendo maledettamente a macchia d'olio dappertutto. Penso che sia arrivato il momento che certo merciloquio stradale venga vietato attraverso pene severissime e si aprano quelle famose case,aventi tanto di licenza per l'esercisio della prostituzione con relativo pagamednto delle tasse.Daltronde,cè un giro di denaro impressionante ed allora è giusto che chi si vuol divertire paghi il dazio. Infine,dopo quanto sta accadendo,penso che da quì qa qualche decennio,i maschi bisognerà trovarli con il lanternino.

    Report

    Rispondi

  • vauban73

    24 Ottobre 2009 - 21:09

    E' chiaro che questa Signora stà facendo discriminazione, è omofoba e non democratica. Passi il tradimento con una vile donna, ma con un trans vuoi mettere...anzi, dovrebbe apprezzare. Scherzi a parte, tutta la mia solidarietà alla Signora. Il tradimento fa sempre SCHIFO.

    Report

    Rispondi

blog