Cerca

Uccide la fidanzata e la taglia

a pezzi con una sega elettrica

Uccide la fidanzata e la taglia
Ha picchiato la fidanzata causandone la morte e l’ha sezionata con una sega elettrica. Gianfranco Bari ha confessato di aver ucciso la compagna Francesca Ferraguto e dopo aver tentato di farne sparire le tracce ha denunciato la scomparsa. Con un seghetto elettrico ha sezionato il corpo della ragazza in più parti per renderne agevole il trasporto. Ha poi caricato il cadavere sulla propria auto e ha scavato una buca in un terreno nei pressi del casolare di proprietà del padre, seppellendovi i resti. Per tentare di depistare le indagini, Gianfranco Bari, operaio tubista in una fabbrica di Augusta, ha lasciato l’auto della ragazza davanti ala stazione di Catania, lasciando pensare a una fuga volontaria. I carabinieri di Augusta, in collaborazione con i vigili del fuoco, hanno cominciato a scavare rinvenendo ciò che rimaneva del cadavere. La vittima era nata a Catania il 12 agosto del 1087 e risiedeva ad Augusta dove lavorava come barista al bar Queen.     

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigino371

    28 Ottobre 2009 - 09:09

    tante volte viene in mente che forse la legge del taglione in modo diverso ci vorrebbe.ora quanti anni farà?povere ragazza che nella sua vita si era innammorata di un.....sono vicino alla famiglia della ragazza.

    Report

    Rispondi

blog