Cerca

Stupro Guidonia, liberi romeni

per decorrenza dei termini

Stupro Guidonia, liberi romeni

Decorrenza dei termini cautelari. Per questo motivo sono tornati liberi Mugurel Goia e Ionut Barbu, i due giovani romeni accusati di aver favorito la fuga dei quattro connazionali ritenuti dalla Procura di Tivoli protagonisti dello stupro avvenuto il 22 gennaio scorso a Guidonia ai danni di una giovane coppia. I due immigrati erano sottoposti all’obbligo di dimora dall’aprile scorso. La decadenza della misura cautelare è dovuta, appunto, alla decorrenza dei termini. Il pm della procura di Tivoli, Marco Mansi, ha chiuso l'indagine ma non ha ancora chiesto il rinvio a giudizio e quindi, in scadenza termini, i due romeni sono ora liberi. L'avvocato dei due romeni Domenico Dello Monaco, ha spiegato che i suoi assistiti resteranno nella località segreta al Nord Italia e che hanno intenzione di trovare un lavoro. I due romeni hanno sempre sostenuto che non erano a conoscenza che i loro quattro connazionali si erano resi responsabili dello stupro della ragazza, dopo aver chiuso del bagagliaio dell'auto, il fidanzato.

Amaro il commento del sindaco di Roma Gianni Alemanno: “È veramente uno scandalo, è un segnale devastante per questa città e per tutte le donne”. Il primo cittadino ha quindi sottolineato come “la magistratura, la macchina della giustizia si deve rendere conto che così non andiamo da nessuna parte. La considero un'offesa per la città”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog