Cerca

Influenza A, morta bimba

di undici anni a Napoli

Influenza A, morta bimba

Una bambina di 11 anni è morta ieri pomeriggio all'ospedale «Santobono» di Napoli. La notizia è stata comunicata solo oggi da fonti dell'assessorato alla Sanità della Regione Campania. Era ricoverata da alcuni giorni ed era risultata affetta dall'influenza A. Dal mese di settembre è la sesta vittima a Napoli, la dodicesima in Italia ed è la prima vittima fra i bambini.

L'undicenne, E. D., è deceduta, dopo 40 minuti dal ricovero, intorno alle 17 di ieri, nella terapia intensiva dell' ospedale Santobono Pausillipon di Napoli. La ragazzina, residente a Pompei, era stata ricoverata nella notte tra mercoledì e giovedì scorsi nell'ospedale di Scafati, con sintomi di febbre elevata. Visto l'aggravarsi delle sue condizioni è stata trasferita ieri nell'ospedale pediatrico Santobono, con una diagnosi di sindrome cardiorespiratoria acuta di probabile origine cardiaca. Il tampone praticato al momento del ricovero al Santobono, i cui risultati si sono avuti oggi, è risultato positivo all'H1N1. Sono in corso ulteriori accertamenti per stabilire con esattezza le cause della morte.

Il sindaco di Pompei, Claudio D'Alessio, appresa la notizia della ragazza di undici anni, risultata affetta dall'influenza A, ha convocato un vertice al Comune per decidere le misure da adottare. A quanto si è appreso la bambina frequentava la scuola elementare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gasparotto

    02 Novembre 2009 - 10:10

    Caro amico cantodelgrillo,l'influenza in oggetto è qulla AH1N1 del ceppo Swine.Cioè il virus derivato dai suini che infetta anche l'uomo e che nel 1918 fece una strage con milioni di morti.Speriamo che il nostro non muti. Tutte le influenze stagionali "nostrane" sono A ed è una caratteristica del virus "mutare" cioè canbiare "abito", dal giallo al celeste per esempio. Ecco perchè ogni anno si deve aspettare che tipo di virus sia, per potere fare il vaccino che generi anticorpi specifici. A volte questo non è possibile per carenza di tempo per la preparazione. Il virus AH1N1 invece è del tutto una novità ed il nostro sistema immunitario non lo conosce e non ha anticorpi pronti per aggredirlo. Siamo disarmati. Quando fu paventata la pandemia, cioè la sua diffusione modiale, dopo la sua comparsa in Messico, a quelli che dicevano che era tutta una manfrina delle case farmaceutiche per fare cassa, risposi che nonostante tutto era meglio vaccinarsi preparando al più presto il vaccino. Ora anche quella stampa che criticava l'inutile allarmismo si è messa ad allarmare. Uno schifo. Se ti posso dare un consiglio, durante la febbre da presunta influenza non usare aspirina,che potrebbe generare dei problemi.(Sindrome di Reye, specie nei bambini sino a 12 anni). Meglio il paracetamolo,(Tachipirina), più sicuro. Certo che se l'influenza colpisce uno ben in arnese, facile che la superi brillantemente, ma se colpisce un cardiopatico con scompenso, oppure uno che soffre di bronchite asmatica,di silicosi, etc. sono problemi seri. Basta una febbricola per rendergli dura la sopravvivenza. Devi sapere che la febbre genera tachicardia e la tachicardia aumenta il lavoro cardiaco...figurati cosa potrebbe succedere ad un cardiopatico; ed il virus che infiamma tutto l'albero bronchiale cosa farebbe ad uno malato di BPCO?.......Quindi i pannicelli caldi a volte funzionano a volte no! Non ti pare caro amico? Quindi i rimedi della nonna Genoveffa che tu esponi, lasciamoli al tempo che trovano. Fare il medico è una cosa seria e divulgare notizie scientifiche anche........Come tanti altri "mestieri" del resto. A travisare la realtà ci pensano però i giornali e certi pennivendoli da mercato rionale.

    Report

    Rispondi

  • ilcantodelgrillo

    02 Novembre 2009 - 08:08

    Una influenza sia pur feroce non puo' uccidere se non vi sono Concause. Ancora lo spauracchio dell'Influenza che sta influenzando tutti e sta facendo arricchire le multinazionali del farmaco. L'influenza si cura con l'aspirina , the e miele. Frutta verdura e molta acqua. Igiene normale alle mani e instillazioni nasali di soluzione fisiologica piu' volte al giorno. Gargarismi con acqua tiepida e bicarbinato ed eventualmente qualche goccia di argento proteinato per narice ( due volte al giorno). Se è influenza. Altre soluzioni non ve ne sono. La bima avrà avuto altri problemi o non è stata soccorsa in maniera adeguata. Pace e bene

    Report

    Rispondi

blog