Cerca

L'Etna torna a farsi vivo

Nuova attività stromboliana

L'Etna torna a farsi vivo
 A quattro mesi esatti dalla conclusione dell'ultima eruzione l'Etna ritorna a farsi vedere e sentire: dalle 21:24 di ieri, infatti, da una bocca interna a una depressione del fianco basso del cratere di Sud-Est è ripresa una nuova attività stromboliana con boati che hanno accompagnato il lancio di brandelli incandescenti di lava per un'altezza di una decina di metri, che ricadano nella zona sommitale del vulcano. Lo rende noto l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia di Catania sottolineando che il fenomeno prosegue con intensità variabile. È stata inoltre osservata una debole emissione di cenere lavica 'diluità che ricade nella zona sommitale dell'Etna, in un raggio di una decina di metri. Gli esperti sottolineano che non ci sono pericoli per i centri abitati. Secondo i primi dati rilevati dall'Ingv di Catania dalla ripresa dell'attività stromboliana il vulcano attivo più alto d'Europa avrebbe emesso 7 mila tonnellate di anidride solforosa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog