Cerca

Padova, psicologo si impicca

perchè non trova lavoro

Padova, psicologo si impicca
 È disoccupato, si uccide. In poche righe l’addio al mondo: “Non trovo lavoro e sono disperato”. Uno psicologo di origini toscane, D.P., 31 anni, si è tolto la vita impiccandosi, nel suo appartamento del popoloso quartiere San Bellino di Padova. Laureato in psicologia, aveva scelto da oltre dieci anni di abbandonare il mare di Portoferraio dell’Isola d’Elba e trasferirsi a Padova. In Toscana vivono ancora i suoi genitori e la sorella maggiore.

Il presentimento che qualcosa di grave potesse essere accaduto, l’ha avuto venerdì pomeriggio proprio la sorella. Da un paio di giorni provava a chiamarlo al telefono. Nessuna risposta. Temendo il peggio, ha telefonato ad un amico del fratello, chiedendogli di correre subito nell’appartamento di Padova. Inutile suonare del campanello. L’amico allora ha sfondato la porta. In bagno, con una corda stretta al collo, il giovane psicologo, ormai senza vita.
A nulla sono valsi i tentativi di soccorrerlo da parte del personale medico del 118. E’ intervenuta anche una volante della questura.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog