Cerca

Calderoli: Veneto e Piemonte

sono ciò che ci spetta

Calderoli: Veneto e Piemonte

“Non c'è nessun ricatto. Non vogliamo la luna, ma solo quello che ci spetta. Il minimo che ci sarebbe toccato sarebbe stata la Lombardia”. Lo dice, in una intervista a 'La Repubblica’, il ministro per la semplificazione normativa Roberto Calderoli. “Il Veneto -aggiunge Calderoli - è una regione sicuramente vincente, ma per dimensioni non è certo la Lombardia. In Piemonte, poi, bisognerà giocarsela fino in fondo per vincere. E Roberto Cota mi sembra il candidato più adatto. Qualcuno vuol forse dimenticarsi chi è passato dalle scorse elezioni dall'8 al 10%. Chi ha vinto, ricordo, è stata la Lega. Gli altri semmai hanno perso qualcosa”. Calderoli dice di essere “molto fiducioso” per l'incontro previsto questa settimana tra il premier Berlusconi, Umberto Bossi e il presidente della Camera Gianfranco Fini. “La Lega, alla fine, sarà il problema minore. Basterà mettersi a fare i conti”. Quanto all'Udc, Calderoli dice che il problema “è di coerenza con gli elettori: quelli pretendono di fare addirittura la politica dei tre forni, stare all'opposizione del governo, presentarsi in alcune regioni alleati con il centrodestra e in altre con il centrosinistra”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • papermaggio

    09 Novembre 2009 - 10:10

    Bella la foto di Calderoli. Non è che Veronica si riferisse a lui parlando di suini & C? Aveva definito la sua legge una porcata. Le prove ci son tutte...

    Report

    Rispondi

blog