Cerca

Barriere architettoniche

Giudice dà udienza per strada

Barriere architettoniche
Il fatto è singolare, ma è l'ennesimo a documentare l'inadeguatezza di certe architetture. Ieri mattina, ad Orbetello (Grosseto), un giudice di pace ha dovuto svolgere un'udienza per strada, visto che l'imputato era un disabile. E la struttura dove sarebbe dovuto avvenire l'incontro ha troppi gradini e nessun aiuto per i disabili: una vera e propria barriera architettonica che ha impedito all'uomo di entrare nel palazzo. Per questo, i quattro protagonisti della singolare vicenda hanno sbrigato le pratiche per strada e al freddo: il giudice di pace Adriano Simonetti e il cancelliere hanno accolto il ragazzo diversamente abile e il suo avvocato davanti alla sede di via Guerrazzi, alla quale si accede salendo sei alti gradini. Insieme, hanno discusso poi  il ricorso del disabile contro una multa contestata al ragazzo a Firenze. Il giudice, dopo aver spiegato che la contestazione della multa doveva essere fatta a Firenze, emetterà una sentenza con la quale saranno concessi al ragazzo diversamente abile 90 giorni di tempo per iscrivere la causa nel capoluogo di regione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • andreaanzani

    13 Novembre 2009 - 15:03

    Altero Matteoli oltre a essere Ministro per le infrastrutture è da oltre tre anni anche Sindaco di Orbetello... quando si abbinano "competenza" e "cura"...

    Report

    Rispondi

blog