Cerca

Sondaggio di Repubblica

Berlusconi stabile al 45%

Sondaggio di Repubblica
Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi stabile, anche se al minimo, nei consensi, mentre il suo governo cala vistosamente. È quanto si legge nel sondaggio Ipr Marketing per 'Repubblica.it', che rileva un positivo effetto Bersani per il Pd. Secondo il sondaggio sull'indice di fiducia, il premier è fermo al 45% di ottobre, mentre il governo perde altri 2 punti e arriva al 40%. Il Partito democratico riscuote il 41% dei consensi, con un 4% in più rispetto ad un mese fa, nelle more delle primarie. L'Udc guadagna due punti, attestandosi al 38%. Fermo il Pdl, al 44%, come il mese scorso. Guadagnano un punto Italia dei valori e Lega, che si piazzano al 41% e al 31%. Nella classifica dei ministri, al primo posto quello dell'Interno Roberto Maroni, con il 62% di fiducia, seguito da Maurizio Sacconi e Renato Brunetta, rispettivamente al 61% e al 60%. Nel caso del ministro della P.a., però, si registra il miglior incremento, del 3% rispetto al mese scorso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • forzadoria

    17 Novembre 2009 - 15:03

    Mi sembrano dati credibili. Il popolo della destra mantiene la fiducia in Berlusconi perché ha verso di lui un atteggiamento fideistico: crede in lui qualunque cosa faccia e dica, è qualcosa che assomiglia più all'innamoramento che alla condivisione di idee politiche. Per il governo è diverso: lì ci sono anche gli altri, ed è più facile notare la differenza fra i tanti annunci altisonanti e una sostanza fatta soprattutto di obiettivi mancati. A questo si aggiungono le tensioni interne, che ovviamente non sono gradite a chi attiva il cervello solo per dire che il capo ha sempre ragione.

    Report

    Rispondi

blog