Cerca

Udine, in procura la perizia

sull'encefalo di Eluana Englaro

Udine, in procura la perizia
E' arrivata in procura a Udine la perizia sull'encefalo di Eluana Englaro, morta lo scorso 9 febbraio. La perizia è stata eseguita dai neurologi Fabrizio Tagliavini, primario al ''Carlo Besta'' di Milano, e Raffaele De Caro, docente all'Università di Padova. In 330 pagine viene spiegato che la situazione del cervello di Eluana ''era coerente con lo stato vegetativo persistente'' e che ''i danni neuropatologici osservati erano morfologicamente irreversibili''. I magistrati ora dovranno decidere se archiviare o meno le indagini avviate per omicidio nei confronti del papà di Eluana, Beppino Englaro, e dei sanitari che l'hanno assistita a Udine.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ritabi

    17 Novembre 2009 - 15:03

    Quante pagine, quante parole per spiegare che un cervello fermo da 17 anni non é stato trovato in buone condizioni... Ma chi chiedeva di lasciarla vivere, di non toglierle l'alimentazione, l'idratazione, lo chiedeva soltanto perché Eluana era VIVA. Come tantissimi oggi, nelle sue condizioni, in Italia. E quella vita, quel cervello in pessime condizioni, quel coma, quella persona insomma, lei Eluana, come noi tutti é rapporto con Dio, col Mistero, con l'Infinito!!!!!

    Report

    Rispondi

blog