Cerca

Confalonieri come Murdoch

"Web, si paghino i contenuti"

Confalonieri come Murdoch
I motori di ricerca attivi su internet, da Youtube a Google, devono remunerare in qualche modo i contenuti che diffondono altrimenti chi produce questi contenuti non può più investire su essi. È in sintesi il monito che giunge dal presidente di Mediaset, Fedele Confalonieri, che, a margine della presentazione dell'ottavo rapporto sulla comunicazione del Censis, di fatto rilancia la polemica che nei giorni scorsi ha visto protagonista il presidente di News Corp, Rupert Murdoch e il suo attacco a Google. «Internet -spiega Confalonieri- si avvale di una parola magica che è 'free': se i vari Youtube e Google non riconoscono il valore della proprietà intellettuale non si può investire» sui prodotti. «Noi -prosegue- investiamo la metà di quello che ricaviamo in prodotti e contenuti. Se altri approfittano di questi contenuti che vengono mandati in rete, anche da privati, soprattutto giovani, non ci sarà futuro per chi di mestiere produce i contenuti». Quindi, conclude il presidente di Mediaset, «serve molta attenzione da parte dei regolatori, del governo, devono prendere a cuore questo problema».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • alepuzio

    19 Novembre 2009 - 12:12

    come ha riportato il giornalista Paolo Attivissimo sul suo blog, se qualcuno non vuole che il motore di ricerca Google o altri non mostrino i propri contenuti, basta modificare dei file sui propri server. Cito da http://attivissimo.blogspot.com/2009/11/murdoch-minaccia-il-ritiro-da-google.html /***************************/ Se Murdoch non vuole che Google indicizzi i suoi siti, non deve far altro che impostare sul server un file robots.txt di due righe, come spiegato per esempio su Robotstxt.org. Una tecnica utile per chiunque voglia creare un sito che deve restare nell'ombra per qualunque ragione. /*********************************/ inoltre Youtube controlla già ora attivamente se i filmati caricati rispettano la proprietà intellettuale o meno. A questo punto bisognerebbe definire di preciso la proprietà intellettuale: se uno carica 10 minuti registrati di Drive In/Striscia la Notizia/Quark (non più ritrasmesso) viola o no?

    Report

    Rispondi

blog