Cerca

Napoli, agguato di camorra

Ucciso il boss e suo figlio

Napoli, agguato di camorra
La camorra fa due vittime a San Pietro a Patierno, in provincia di Napoli. Gennaro Sacco, 58 anni, pregiudicato considerato il capozona del clan Sacco-Bocchetti è morto in un agguato in cui è stato ucciso anche il figlio Carmine, 29enne. Il ragazzo, trasportato in gravissime condizioni all'ospedale San Giovanni Bosco, è deceduto poco dopo il ricovero.

Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, i due erano a bordo di una moto, guidata da Carmine, quando i killer, alle loro spalle, forse anche loro a bordo di una moto, hanno iniziato a sparare. Hanno colpito alla testa Gennaro Sacco. Il figlio ha tentato la fuga ma, forse già ferito, si è schiantato con la moto contro un muro. Ha continuato la fuga a piedi ma è stato raggiunto dai killer che gli hanno sparato contro altri colpi di arma da fuoco.
Il clan Sacco-Bocchetti è attivo principalmente a San Pietro a Patierno; gli affari sono concentrati nel settore della droga.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gitex

    24 Novembre 2009 - 19:07

    avanti così che il Paese ringrazia.

    Report

    Rispondi

blog