Cerca

Valle sbagliata, bufera

sullo spot Belen e De Sica

Valle sbagliata, bufera
Piave di Cadore e il suo primo cittadino sono arrabbiato con Belen e De Sica. Perché? I due avrebbero girato lo spot pubblicitario in un posto per poi pubblicizzarne un altro.

Così sindaco e opposizione di Pieve di Cadore, splendida cittadina nelle Dolomiti venete, hanno protestato contro l'ultimo spot della Tim, interpretato dai due attori. Girato proprio in Cadore, il filmato si apre con De Sica che si definisce "lo slittino umano della Val Gardena". Un affronto da parte delle istituzioni locali, dato che la Val Gardena è in Trentino Alto Adige e da queste parti la rivalità turistica è piuttosto accesa. "Così lo spot non va bene, chiamerò la società che lo ha realizzato - ha detto Maria Antonia Ciotti, sindaco di Pieve di Cadore-. Devono utilizzare il termine Cadore". Della stessa opinione è il consigliere comunale Osvaldo De Lorenzo, che sottolinea: "Si deve sapere che la fetta più bella delle Dolomiti è in Veneto". Mentre Gildo Trevisan, presidente degli albergatori della provincia di Belluno, è più pungente. "Potrebbero essere stati pagati per dire la parola sbagliata, e non ci sarebbe niente di male. Però questo finisce per evidenziare lo strapotere finanziario dei nostri vicini altoatesini. Se invece non fossero stati pagati, sarebbe ancora più triste".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blues188

    03 Dicembre 2009 - 09:09

    Non è strano un comportamento del genere, ricordiamoci che De Sica non è natìo del luogo ma viene da fuori e se ha potuto denigrare non si è fatto pregare: l'invidia è una cattiva consigliera. Tra l'altro stride molto quel suo lavoro in coppia con la (davvero ben fatta) Belen, poiché a giudicare dalle movenze femminilizzate e quasi-aggraziate del nostro antipatico De Sica, che troviamo ormai anche nei maccheroni e sui rotoli di carta da cucina, il 'grande' attore le vorrebbe fare concorrenza alla conquista dei maschi. Per mia fortuna esiste il telecomando e a chi l'ha inventato si dovrebbe dare il premio Oscar perenne.

    Report

    Rispondi

blog