Cerca

Feltre, scoperto porno-bidello

Faceva foto osé alle studentesse

Feltre, scoperto porno-bidello
Aveva il vizio di sbirciare sotto le sottane, di offrire i suoi servigi sessuali, di scattare foto osé e di interrogare continuamente le ragazze sulle loro abitudini più intime. Peccato che fosse un bidello. E’ successo a Feltre in un'Istituto per geometri , alll'impiegato statale di cui si conoscono solo le sue iniziali F.D.C. Ma l’uomo è finito presto in un fascicolo della procura di Belluno, allertata dai genitori delle ragazze che frequentavano l’istituto.

Una decina di denuncie quelle dei parenti delle giovani vittime, che si sono rivolte alla procura e quindi ad un legale per tutelare la loro posizione, mentre lui è stato indagato per i reati di molestie, pornografia minorile, per aver fotografato almeno una ragazza nelle parti intime, ed aver quindi detenuto il materiale pedopornografico realizzato anche con l’impiego di altri minori non meglio identificati. Il materiale è stato ritrovato durante una perquisizione nella sua abitazione.

I fatti contestati dalla magistratura bellunese si collocano tra il 2005 e il 2008, muovendosi sullo sfondo del noto istituto tecnico. F.D.C., assistito dall’avvocato Luciano Perco, dovrà così comparire davanti al giudice per l’udienza preliminare, Federico Montalto, che dovrà decidere in merito alla richiesta di rinvio a giudizio depositata dal pubblico ministero che ha seguito la delicata indagine. Alcune delle presunte vittime si sono invece rivolte all’avvocato Marco Cason. Una brutta storia di molestie che arriverà presto in aula per decidere le sorti dell’audace bidello, attualmente in servizio altrove.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog