Cerca

Matteoli svolta sulla velocità:

sì ai 150 km/h in autostrada

Matteoli svolta sulla velocità:

Sulle autostrade italiane si potrà viaggiare più veloci. Parola del ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Altero Matteoli: «Sono favorevole» alla proposta della Lega per innalzare il limite di velocità a 150 km orari nei tratti autostradali a tre corsie e dove c'è il tutor. Matteoli lo dice all'AdnKronos, spiegando che «sono stato sempre favorevole ad aumentare la velocità in alcune autostrade che hanno le caratteristiche adatte come le tre corsie e il tutor - dice Matteoli - ma non per tutte le auto, ma per quelle che per cilindrata e caratteristiche di sicurezza, possono viaggiare tranquillamente a 150 km orari. Certo non le piccole auto». Il testo del disegno di legge che azzera il livello di alcol nel sangue per i neopatentati, spiega Matteoli, «dovrà comunque tornare alla Camera, perché sono state apportate alcune modifiche. Anche alla Camera, dove c'è stata unanimità sul testo, c'era stata una proposta in tal senso. Poi era stata stralciata per licenziarlo all'unanimità. Non mi scandalizza che alcuni non siano favorevoli a questa proposta. Ma non mi sembra scandalosa la proposta della Lega». L'innalzamento del limite a 150 km all'ora sulle autostrade a tre corsie più quella di emergenza (non si parla di presenza del tutor) in realtà è già previsto da anni nel codice della strada.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • hang

    08 Dicembre 2009 - 15:03

    I limiti di velocità nelle strade Italiane sono assurdi. Risalgono a 50 anni fa quando c'era la 126, la 500, la Giulia, autovetture molto meno sicure che viaggiavano su strade poco adatte a certe velocità. Sono veramente soddisfatto di questa proposta e spero che il Ministro vada avanti e raggiunga l'obiettivo. Certo non bisogna considerare l'autostrada a 3 corsie un autodromo e gli accessi devono essere puniti. Ma vorrei fare una domanda ai "dormiglioni" dei 130 Km/h: Ma secondo voi la causa degli incidenti è sempre di chi va veloce? Io penso di no! Penso (per esperienza diretta) che tanti incidenti vengano prodotti (a distanza) da chi va troppo piano... andate talmente piano (per giunta anche al centro corsia) che ve ne strafottete se provocate una coda, e di quello che potreste determinare alla sua estremità, lontana da voi. Voi dei 130 non pensate che potete porre in essere situazioni molto pericolose? Non pensate che qualcuno, per un motivo o per un altro, abbia fretta di raggiungere un posto oppure deve andare semplicemente al bagno perchè in atto una diarrea? Ok sorrido anche io per l'esempio, ma perchè non è possibile una cosa del genere? Bene Ministro vada avanti e punisca anche chi va troppo piano.

    Report

    Rispondi

  • ghorio

    08 Dicembre 2009 - 14:02

    La Lega , con la benedizione del ministro Altero Matteoli, ha scoperto la velocità a 150 km all'ora, per risolvere i problemi della viabilità(stavo per scrivere i problemi d'Italia). Personalemnte sono contrario, anche per le grosse cilindrate, magari Bmw e Audi, della classe politica. E penso che questo tipo di problema non dovrebbe avere l'enfasi che vedo sui giornali di oggi. Giovanni Attinà

    Report

    Rispondi

  • roaldr

    08 Dicembre 2009 - 14:02

    fino a qualche anno fa, tutti correvano a 200 e passa km/h, in terza corsia, magari appiccicati al veicolo che li precedeva e lampeggiando per chiedere strada. Poi è arrivata la stagiuone degli auovelox e dei tutor, e allora tutti in corsia centrale a 90 all'ora, che non si sa mai...gli italioti non perdono occasione per dimostrare i loro istinti pecoroni! Sono stato in Germania, dove in certi tratti puoi spingere sull'accelleratore a volontà ma, quando vedi il limite, ti conviene rallentare, altrimenti vedi sbucare la Posrche o la Bmw dei "polizei" che ti insegue, ti blocca e ti punisce: un bell'andare! Qui da noi, invece, la multa la pagano solo i coglioni che dimenticano le postazioni dell'autovelox, o di rallentare nei tratti controllati dal tutor, o ancora meglio, non posseggono un rilevatore di controlli velocità. Per il resto, si può correre, telefonare alla guida, sorpassare a destra, "spingere" il veicolo che precede, tanto nessuno ti vede o ti fermerà. popolo di pecoroni!

    Report

    Rispondi

  • LuigiFassone

    08 Dicembre 2009 - 14:02

    Inutile nascondersi dietrom a un dito,anche le cinquecento vanno a centosessanta km/ora... Sono d'accordo col Ministro Matteoli. Soggetto a : Autostrade a tre o più corsie munite di Tutor,non in tratti alpini e/o appenninici,e,direi , solo per vetture di una certa cilindrata ...a salire.E speriamo che le autostrade a tre e più corsie aumentino,per arrivare a questo non serve Prodi,neppure Pecoraro Scanio,e neppure il Tonino da Bisaccia,basta mantenere al potere Berlusconi . Altro che il Ministro Ferri di infelice memoria,quello che fu soprannominato "100 km/ora...Una notizia che poco e/o nulla c'entra con la diatriba 150 SI'-NO e Matteoli ,ma la rendo nota lo stesso : in Gran Bretagna il progettista Richard Noble con il suo team e il collaudatore Andy Green stanno progettando un automissile,progetto che coinvolge il Governo Britannico,2410 scuole e 33 Università, che "dovrebbe" raggiungere la velocità al suolo di 1000 miglia/ora. Un miglio terrestre misura 1609,344 m.- Fate Vobis il conto...

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog