Cerca

Cadavere sul Cassino-Napoli

Probabile vittima di rapina

Cadavere sul Cassino-Napoli
Gambe accavallate, seduto su un sedile, si pensava che dormisse, invece era morto. Il corpo dell’uomo senza vita, sui cinquanta anni, è stato ritrovato esamine in un vagone del treno 12419 Cassino –Napoli. Ad accorgersi della presenza del cadavere nel convoglio è stato, intorno alle 14, il capotreno alla stazione di Cassino, mentre ispezionava i vagoni prima della partenza. Dietro la nuca presentava diversi colpi d'arma da punta e taglio, presumibilmente vittima di un’aggressione a scopo di rapina. Dai primi accertamenti la morte sembrerebbe dover risalire a circa 15 ore fa, intorno alla serata di ieri.

Il convoglio è arrivato a Cassino, ieri sera alle 21 proveniente da Napoli. Non è ben chiaro se a quell'ora il cadavere fosse già sul treno o se invece vi è stato messo nel corso della notte. Sul posto sono presenti gli agenti della polizia ferroviaria, quelli del commissariato di Cassino e un'ambulanza del 118. Il medico legale è al lavoro per tentare di rilevare elementi utili per stabilire le cause e l'ora della morte. Il treno, l'Interregionale 12419 in servizio tra Napoli e Cassino, viene ogni giorno utilizzato da pendolari che si recano sul posto di lavoro, meno affollato in giorni festivi come oggi, festività dell'Immacolata. Sulla vicenda indaga la polizia, mentre gli agenti della scientifica, accorsi sul posto dopo l'operazione di scartamento della carrozza divisa dal resto del treno per consentire un lavoro più accurato, svolgono rilievi all'interno dello scompartimento. Si cerca in particolare di risalire all'identità dell'uomo per capire come sia potuto finire, cadavere, riverso al posto finestrino di un treno senza che nessuno a bordo si accorgesse di nulla.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog