Cerca

Tabaccaio ucciso a Capodanno

Chiesti trent'anni di carcere

Tabaccaio ucciso a Capodanno
 Trent'anni di carcere sono stati chiesti dal pm di Lodi Delia Anibaldi per l'omicidio del tabaccaio Mario Girati, ucciso la notte dello scorso capodanno a Sant'Angelo Lodigiano durante una rapina. I 30 anni sono stati chiesti per tre tunisini Hajamed Lofti, 26 anni, Chourabi Issam, 26 anni, e Hamid Wissem, 28 anni, accusati di omicidio volontario aggravato in concorso e rapina aggravata. Per il quarto complice, l'egiziano Yahia Sahaad, 25 anni, la richiesta è stato di 18 anni di carcere in quanto l'accusa ritiene che non sia entrato in tabaccheria facendo da palo fuori in auto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • sebrisi

    10 Dicembre 2009 - 10:10

    L'ergastolo non è diminuibile mentre i 30 anni lo sono. Con amnistie ed altri ammennicoli li rivedremo in circolazione fra pochi anni?

    Report

    Rispondi

blog