Cerca

Veltroni contro Facebook

"Falcone e Borsellino falsi eroi"

Veltroni contro Facebook

Walter Veltroni ha chiesto la chiusura di una pagina su Facebook contro Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, i magistrati uccisi dalla mafia nel '92: “Falcone e Borsellino falsi eroi”, si intitola la pagina. Nel suo profilo sul social network, l’ex sindaco della Capitale ha scritto «Facebook intervenga subito per rimuovere la pagina che incita all'odio verso Falcone e Borsellino». A chiedere la rimozione del gruppo è stata anche la deputata democratica Pina Picierno: «È comparso un gruppo sul social network Facebook intitolato a “Falcone e Borsellino falsi eroi”, aperto a tutti coloro che “odiano i due magistrati morti per sete di fama”. Il gruppo conta attualmente 196 sostenitori ed è stato fondato da due utenti con un nome evidentemente falso, che utilizzano questo spazio per contenuti di odio e violenza verbale inneggianti alla mafia. Occorre che il Governo proceda immediatamente, come ha fatto in altri casi analoghi, per chiedere al social network la rimozione del gruppo e la cancellazione della pagina». La Picierno aggiunge: «È necessario che si presti maggiore attenzione all'uso che viene fatto dei social network e di altri strumenti della tecnologia e dell'informazione per lo scambio di informazioni tra esponenti dei clan».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • claudioF

    10 Dicembre 2009 - 12:12

    Che Amarezza!! Prendo spunto da una battuta della fortunata serie Tv i Cesaroni per iniziare il mio commento. Questa già triste iniziativa, criticata giustamente dal popolo di Facebook, il quale tuttavia non può chiedere la cancellazione del gruppo visto che a quel punto si dovrebbero chiudere tutte le pagine contro Berlusoni,Bush,Gigi D'Alessio etc etc, venga strumentalizzata dal solito politico trombato al fine di avere un minimo di notorietà fa capire che Veltroni alla sua età anzichè urlare allo scandalo per iniziative di questo genere dovrebbe fare come ho fatto io che ho la metà dei suoi anni: fregarsene di queste baggianate e pensare ai veri problemi della vita di tutti i giorni.

    Report

    Rispondi

blog