Cerca

Il popolo azzurro sul web

"Reagire, in piazza per Silvio"

Il popolo azzurro sul web
di Tobia De Stefano - C’è chi vuole andarci “in silenzio”, con una sorta di lenta processione per le principali vie di tutte le città d’Italia. È il caso di Maria Elena. Chi invece la mette sull’orgoglio, per l’Italia e questa maggioranza, e allora urla a squarcia gola: “Scendiamo in piazza, perché non siamo il Paese delle banane. Mettiamo a tacere la stampa internazionale”. Firmato, Elena da Varese.
C’è chi si dice disponibile a infrangere un tabù, a manifestare per la prima volta alla rispettabile età di 63 anni, come Novello Baldoni, perché non ce la fa proprio più, e chi, nonostante la scarsa attitudine per il genere si chiede impaziente: “a quando una manifestazione pubblica a favore di Berlusconi? Non ho mai partecipato a nessuna, ma stavolta ci vado, e in prima fila”.
È il popolo azzurro, quello che si può leggere nella pagina delle lettere di “Libero”, certo. Ma anche quello della rete, quello che si promana attraverso il web, sui vari luoghi virtuali collegati al Popolo delle Libertà. Basta andare sul sito del partito ed entrare nello “Spazio azzurro”, la bacheca dedicata alle opinioni degli elettori e dei simpatizzanti del PdL, per rendersene conto.  
Adesso basta - dicono in tanti - anche per noi è arrivato il momento di urlare nelle piazze che siamo tutti con Berlusconi.
 Nel mirino ci sono i nemici (alcuni storici, altri meno) del Cavaliere. Dall’opposizione: “Piazzale Loreto è un modello per la Sinistra - scrive BRITTLES -, naturalmente oggi non si possono più appendere i nemici, ma lo stile anche se meno crudo è sempre lo stesso”. Quindi i magistrati: “Caro ministro Alfano - supplica Franca - deve fare una legge per gli errori dei giudici, quando sbagliano devono pagare ...”. Poi Napolitano: “Il presidente parla di violenza come se l’uso politico della giustizia non lo fosse: ma lui da che parte sta?”, by Vittorio, e ovviamente Fini. Il fedifrago Fini: “Perché - sottolinea Fiorella - perseguita Berlusconi cadendo in contraddizione e negazione dei principi testamentari di Almirante? Si vergogni e vada a casa”.
 Infine “i Santoro, i Travaglio, le Gabanelli, le Dandini, i Floris, i Lerner”, ma pure “i Di Pietro, i Casini, i De Benedetti e i pentiti”. Un milione di buoni motivi per andare in piazza e dire: “basta con le ipocrisie. Smascheriamoli!”
Ma quando? La prima occasione c’è già questa domenica. Il Cavaliere sarà a Milano in piazza del Duomo per la campagna di tesseramento del partito. Quello che è stato già ribattezzato come il “predellino due”. Una riedizione in grande spolvero del Cavaliere che sale sul predellino di un’auto e annuncia: «Oggi nasce il popolo delle libertà» con Forza Italia che di punto in bianco si scioglie e confluisce  nel PdL.  
Magari domani non sarà così, ma il popolo che ama Silvio potrà fare le prove generali per una grande manifestazione di piazza contro tutti “i parrucconi” che vogliono “il male” del loro leader.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • uycas

    12 Dicembre 2009 - 17:05

    io è dal 1999 che non faccio più il pecorone, nel 2006 ho votato fini e 2008 pierferdi. Io sono per un partito di idee, ideali ed ideologie, rappresentato da persone capaci e preparate e non da persone che si danno alla politica per difendere i propri interessi o quelli di un loro amico in segno di riconoscenza. Per me le idee devono essere libere, criticabili, dimostrabili e soprattutto laiche. Alcune idee della lega potrebbero essere apprezzabili prima di tutto se fossero spiegate correttamente e con termini tecnici, rispettose del diritto internazionale e costituzionale e soprattutto non siano portate avanti da stoldi individui che non sanno neppure parlare l'italiano e si presentano in canotta ad un incontro con il premier. Gli stolti leghhisti sono loro i primi ad accendere gli animi e creare paure, fino a quando avremo cittadini pauri di tutto ciò che è diverso. Preferirei essere governato da un'élite di cervelli che da ex vallette TV o dal raccomandato di turno. Sa alle ultime elezioni europee pur di non votare pdl e pd chi ho votato? I radicali!

    Report

    Rispondi

  • OIGRESINOR

    12 Dicembre 2009 - 13:01

    la Lega e' una risposta pratica allo stesso problema. La gente e' stufa di produrre reddito e vedere le belle e grasse macchine blu fuori dagli uffici pubblici pagate da grossi e grassi contributi dei privati cittadini con piu' del 50% dei propri sudori e poi non avere in cambio i servizi richiesti. Non mentiamo a noi stessi. Il Federalismo Fiscale - proprio come negli USA - e' l'unica via d'uscita. Ma il clientelarismo e l'abuso di fondi e danari soprattutto al Sud in zone improduttive ed irreali - invece di rafforzare le zone produttive e quelle che creano ricchezza - con grosse cifre che "spariscono" in tasche strane oppure il favoritismo e l'uso politico di immigrati non fanno altro che ingenerare un risentimento nei confronti dello Stato centralista e poi ingenerano un razzismo indiretto proprio perche' la prima vittima dell'ingiustizia e' il cittadino. Io non sono di certo leghista ma trovo che abbia un suo posto molto importante e liquidarli come "rozzi" vuol dire liquidare quasi 1 cittadino votante su 4 al nord. L'opposizione dovrebbe essere propositiva ma non puo' esserla sino a che il suo dogma "Comunista" sara' nel suo DNA. E' una realta'. E' una religione per loro e forse ci vorranno un paio di generazioni perdenti per poterlo finalmente riformare.

    Report

    Rispondi

  • OIGRESINOR

    12 Dicembre 2009 - 13:01

    ...allora lascia che questi pecoroni seguano il "caprone" e se poi questi li condurra' in pascoli che non piaccino lo defenstreranno con l'arma legittima delle elezioni. Siccome i pecoroni sono la maggioranza il gregge totale dovrebbe andare e lasciar lavorare. Poi i risultati si verranno..il "rande caprone" dovrebbe rappresentare il suo gregge e cosi' pure gli altri piccoli pecoroni di politici...se il gregge decidi di andare in una direzione si affida al "pecorone" poi se non va bene allora si saranno pianti e stridor di denti e con una bella schedina di carta verra' rimpiazzato...Per le indagini : ripeto tu ti faresti indagare da chi ti odia? O meglio a Cuba o in Russia nessun democratico avrebbe ami potuto rappresentare nessuno in politica appunto perche' erano dichiarati o omosessuali o contro-rivoluzionari o chissa' che altro ( e ancora peggio sotto i Nazisti e Fascisti ). Nel 2010 credo sia ora di lasciar stare le ideologie fritte e rifritte dei pochi eletti e bisogna dare si una spallata al sistema ma se guardi bene chi si allea con giudici, prostitute, trans, e distruttori di aziende Nazionali ( Olivetti ) nonche' finanzieri lobbisti "castisti" ed approfittatori oggi giorno non e' piu' una "borghesia" capitalista crudele ma una sinistra che ha bisogno di schifezze - in quanto povera di idee, contenuti ed uomini - per cercare di ottenere il potere che poi non sa utilizzare o utilizza male. Punto e basta. Berlusconi non e' ne un santo ne un "unto" ma nemmeno puo' essere un utile caprone espiatorio ( dopo Craxi Andreotti etc. ) proprio perche' e' l'unico che riesce a tenere testa allo sfacelo che la sinistra vuole far cadere sull'Italia. Viene prima l'uovo o la gallina? La sinistra e' stata troppo ben istruita nelle scuole staliniste del PCI per poter non essere ben organizzata nell'attacco concentrico nel progetto di lungo periodo di rimozione degli ostacoli. E siccome e' alla fine sta usando tutte le armi possibili. Siamo all'ultimo duello. Che c'e' di scandaloso a dire l'ovvio? Si certo la Corte Costituzionale nel suo ruolo ed istituzione va rispettata forse meno nei suoi uomini e nelle sua influenze interne, il Presidente della Repubblica e' tale e quale ma come persona a me non va giu' ne mai andra' giu' chi ha potuto collaborare e supportare un crimine reale come quello dellinvasione dell'Ungheria. Mi dispiace. Ed e' sotto gli occhi di tutti cio' che certa magistratura sta facendo....per cui e' vero basta essere ipocriti.

    Report

    Rispondi

  • uycas

    12 Dicembre 2009 - 12:12

    PRima Fini premier senza l'alleanza con quei zotici leghisti e poi voglio vedere se il premier torna a delirare. Aspetto altre 200 smentite ed altre 200 accuse da spatuzza e soci, quindi potrebbero pure esserci verità o mezze verità da entrambi le parti. l'esempio delle imposte era una forzatura, ma cmq negli usa il senato prima di dare la fiducia ad un ministro indaga e chiede ed i cittadini sanno vita morte e miracoli e forse pure i conti alle Cayman. Non credo che berlusconi sia un unto dal signore e secondo me dovrebbe moderarsi un pò, fino al 2006 appoggiavo il suo governo poi misembra che abbai strumetnalizzato tutto e forzato troppo i toni e con pwecoroni le seguirebbero pure nel deserto per 40 gg e 40 notti senza cibo ed acqua.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog