Cerca

Alghero, bruciano il cane

cospargendolo di benzina

Alghero, bruciano il cane
Lo hanno legato a un palo, comparso di benzina e messo al rogo. La vittima è un meticcio. L’aggressione è avvenuta a Sorso, un piccolo paese vicino ad Alghero. Ribattezzato Angel of Fire, il cagnolino è stato salvato da alcuni volontari e portato in un canile, dove i veterinari lo hanno curato. Non si è ancora scoperto chi è stato a bruciare vivo il povero meticcio. Nel frattempo, sul web è partita una raccolta di firme per sensibilizzare le istituzioni locali, e anche la comunità di Facebook si è fatta sentire con diversi gruppi di sostegno.

I precedenti - Più o meno la stessa disavventura è capitata al cane Mambo, bruciato vivo in Francia da due ragazzi e divenuto in pochi giorni il simbolo della lotta alle violenze contro gli animali.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • geog

    14 Dicembre 2009 - 18:06

    oculum pro oculo, et dentem pro dente

    Report

    Rispondi

  • antari

    14 Dicembre 2009 - 13:01

    pena uguale per i colpevoli, se li prendono.

    Report

    Rispondi

  • franziscus

    14 Dicembre 2009 - 12:12

    al rogo questi maledetti che bruciano i cani !

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    14 Dicembre 2009 - 12:12

    Si dice che gli animali agiscano d'istinto e che solo l'uomo sia in grado di discernere con la ragione i propri atti. Nell'apprendere certe notizie come quella in oggetto,penso che a volte capiti il cotrario; che sia il genere umano ad agire d'istinto non essendo dotati di un filtro come la ragione che discerne tra il bene ed il male. A volte chi guarda gli animali, specie gatti e cani, pensa ad un essere animato, un oggetto qualunque da farci di tutto, anche bruciarlo vivo, una delle più atroci torture che si possano infliggere. Appena ti capita di possedere un cane o un gatto, ti rendi conto di quanto amore,amore sì e non è un'iperbole,sono capaci di darti. Amore , amicizia, riconoscenza , compagnia, dedizione. Tutto ciò che tu vorresti da un tuo simile e che solo un animale riesce a darti, specie un cane, un "bastardino" detto ora meticcio. Ed allora dopo averli conosciuti, come si fa a dire che loro agiscono per istinto? Secondo me ragionano, hanno qualche circonvoluzione cerebrale che li guida e che gli comunica emozione,affetto,e quant'altro. Autori di un simile gesto forse non hanno mai posseduto un cane ecco perchè sono solo capaci di disprezzarlo e torturarlo.Altrimenti bisognerebbe pensare che sono solamente dei malvagi che meritano solo disprezzo e perchè no, la galera.

    Report

    Rispondi

blog