Cerca

Rapinava agenti immobiliari

Arrestato finto acquirente

Rapinava agenti immobiliari

Visitava appartamenti in vendita, fingedosi di essere interessato all'acquisto, e derubava le agenti immobiliari che lo accompagnavano. Le sue vittime preferite giovani donne, meglio se esili, più facili da rapinare. In manette, con l'accusa di rapina aggravata e tentata rapina è finito un italiano di 33 anni, con un precedente per truffa, che è stato arrestato dagli agenti della squadra mobile di Torino al suo terzo tentativo. Il primo episodio risale al 27 novembre quando l'uomo ha rapinato e ferito al volto, con un coltellino, l'agente che gli stava mostrando un appartamento e alla quale ha portato via il cellulare e una trentina di euro. Qualche giorno più tardi invece è andato a vuoto il secondo tentativo per la reazione della vittima che è riuscita ad allontanarlo. Intanto nell'ambiente delle agenzie immobiliari si era sparsa la voce di un uomo che, presentandosi ogni volta con un nome diverso, diceva di essere interessato ad affittare un alloggio e lasciava un numero di celluare sul quale richiamarlo per fissare gli appuntamenti. Quando il rapinatore si è quindi presentato in una terza agenzia chiedendo di poter visionare l'appartamento con la giovane impiegata con cui aveva parlato in precedenza, i titolari dell'attività commerciale si sono insospettiti e hanno chiamato il 113. Insieme alla V Sezione della Squadra Mobile di Torino si è studiato un piano per tendergli una trappola: l'agenzia ha fissato un nuovo appuntamento con l'uomo che ad attenderlo ha trovato gli agenti di polizia. Il malintenzionato aveva addosso un coltello a serramanico, una riproduzione di una rivoltella a tamburo e numerose cartucce a salve. Sul suo cellulare i poliziotti hanno trovato memorizzati altri appuntamenti con altre agenzie immobiliari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog