Cerca

Messina, cimitero delle navi

Niente fondi per la rimozione

Messina, cimitero delle navi
Sulla costa messinese esiste un cimitero delle navi. Alcune giacciono nei fondali da secoli, alcune da decine di anni. Qualcuna poi, spunta imperiosa fuori dall'acqua. È il caso della "Rigoletto" - così l'hanno ribattezzata gli abitanti del luogo, che da oltre sessant'anni sono abituati a vederla arenata lì, con la poppa incagliataa 37 metri di profondità. La sua storia è sconosciuta, dai registri della capitaneria di porto non risulta nemmeno il suo nome. Di lei si sa solo che trasportava auto, Mercedes d'epoca, che sarebbero ancora conservate al suo interno e che forse è affondata sessant'anni fa. Il mare ha inghiottito tutto, ma nessuno si preoccupa di recuperare qualcosa. Non sono previsti fondi per il suo recupero, visto che il Ministero per le Infrastrutture finanzia esclusivamente il recupero di relitti che intralciano la navigazione. Così il Rigoletto rimane lì, a vigilare sulla cosa di Messina e sugli abitanti di San Raineri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog