Cerca

Pistoia, bimbi "provocatori"

Chiuso il gruppo Facebook

Pistoia, bimbi "provocatori"
«Dileggiava i bambini dell'asilo Cip e Ciop di Pistoia». È questa la motivazione con cui Antonio Marziale, presidente dell'Osservatorio sui diritti e i minori, ha spiegato la chiusura del gruppo di discussione nato su Facebook contro i piccoli. Marziale che nei giorni scorsi aveva segnalato agli inquirenti il gruppo in questione dove i bambini venivano definiti “luridi provocatori”. La polizia postale di Imperia ha agito con «prontezza nell'attività di rilevamento e monitoraggio del sito» e nella «conseguente denuncia alla magistratura». Il presidente dell’osservatorio che ha preso a cuore la faccenda, ha sottolineato che «l'agire della Polizia postale, che risulta essere la migliore al mondo, è come sempre particolarmente sensibile verso i reati e qualsivoglia iniziativa contro l'infanzia. Se è vero che non esiste ancor oggi una legislazione transnazionale capace di drenare la quantità di scempiaggini veicolate tramite web è anche vero che gli untori in internet non devono considerarsi impuniti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog