Cerca

Roma, armi ai vigili urbani

Alemanno: "Nessun pistolero"

Roma, armi ai vigili urbani

«Nessuno faccia il pistolero, fate in modo che nessun cittadino romano si senta solo e insicuro». Con queste parole, il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, si è rivolto ai 300 vigili urbani della capitale ai quali è stata consegnata una beretta 84. Il primo cittadino ha ricordato durante la cerimonia che si è svolta oggi che «avere un'arma in servizio è una responsabilità profonda, bisogna usarla solo in casi estremi e avere un atteggiamento ancor più disponibile per affrontare i problemi». Molte armi non sono ancora state consegnate proprio perché è necessario un attentissimo lavoro di addestramento. Alemanno ha spiegato:«La polizia municipale ora sarà in grado di svolgere fino in fondo il proprio lavoro, senza bisogno di essere scortati dalla polizia di Stato, come è avvenuto in molti casi, e in grado di difendersi dalle aggressioni. Il ruolo della polizia municipale crescerà nel tempo perché è la vera polizia di prossimità e noi vogliamo che questa crescita di funzioni venga accompagnata da una crescita di dotazioni. Quindi anche più attenzione sull'addestramento, sui locali sull'organico». L'obiettivo è «avere una polizia municipale in grado di garantire la sicurezza dei cittadini di Roma». A proposito della riforma in discussione in Parlamento sulla polizia locale il sindaco della capitale ha aggiunto che «fino a ieri la polizia municipale di Roma era più indietro rispetto ad altre polizie municipali oggi noi l'abbiamo adeguata allo standard massimo consentito dalla legge».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paologallibn

    22 Dicembre 2009 - 08:08

    E' da tempo che tutti ci lamentiamo di non esser tutelati dai criminali,dai delinquenti,da stranieri malviventi : mi raccomando,il primo Vigile urbano che dovesse sparare,mettiamolo al muro !!!

    Report

    Rispondi

blog