Cerca

Coppia lesbo chiede le nozze

Alemanno: "Non è previsto"

Coppia lesbo chiede le nozze
Due ragazze romane, Manuela di 25 anni e Francesca di 28, fidanzate da 3 anni, hanno chiesto al sindaco di Roma Alemanno di essere sposate: «Mobiliti la sua coscienza e ci sposi, signor sindaco».
Manuela e Francesca - che hanno in progetto di andare a convivere il prossimo anno - hanno scritto al sindaco Gianni Alemanno perché celebri simbolicamente il loro matrimonio: «Insieme formiamo da tempo una coppia stabile - scrivono Manuela e Francesca al primo cittadino - Ci amiamo, provvediamo ai nostri reciproci bisogni, condividiamo le stesse gioie e dolori che la vita e il lavoro ci offrono ogni giorno».
Le due ragazze chiedono al Sindaco «un segnale, un gesto puramente simbolico ma in grado, da solo, di far comprendere al resto della cittadinanza che amministra come non possano esistere cittadini di serie B».

Manuela e Francesca hanno aderito all'iniziativa “Mille Chiamparino”, lanciata dal portale Gay.it, che dalle sue pagine permette a tutte le coppie gay che lo vogliono, di scrivere direttamente al loro primo cittadino.
«Se Alemanno acconsentisse - spiega Manuela - sarebbe il più bel regalo di Natale che potremmo ricevere. Essere una coppia gay nella Capitale non è facile, si ha sempre paura. Paura dei pregiudizi, delle parole dette alle spalle. Siamo ancora a questi livelli. Abbiamo viaggiato molto e all'estero abbiamo visto una realtà diversa, come in Spagna, ad esempio. Se Alemanno rifiutasse la nostra richiesta potremmo decidere di andare a vivere là».
L'iniziativa del portale Gay.it s'ispira alla vicenda del Sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, che ha annunciato la volontà di sposare Antonella D'Annibale e Debora Galbiati Ventrella, due lesbiche torinesi che gli avevano chiesto di celebrare nozze simboliche.

Il primo cittadino della Capitale, comunque, non ha seguito l’esempio del collega torinese, e ha risposto alla due ragazze che gli chiedevano il gesto simbolico che sposare due cittadine omosessuali «non è previsto». Lo ha detto il sindaco Gianni Alemanno, a margine della presentazione della candidatura di Renata Polverini alle elezioni regionali del Lazio, rispondendo a chi gli chiedeva cosa rispondesse alle due cittadine omosessuali che gli hanno chiesto di celebrare il loro matrimonio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog