Cerca

Finanziaria, il Senato

dà il via libera

Finanziaria, il Senato
Via libero definitivo alla Finanziaria dall'Aula di Palazzo Madama è arrivato. La legge è stata approvata con 158 voti favorevoli, 117 contrari e quattro astenuti. Il Bilancio è stato invece approvato con 157 voti a favore, 120 contrari e quattro astenuti. “Mi sento particolarmente soddisfatto  - ha commentato da Palazzo madama, Renato Schifani – “Avendo il governo deciso di non porre la fiducia, è stato consentito a questo ramo del Parlamento di esprimersi, di dare voce a tutte le proprie idee, a tutte le proprie proposte a tutte le proprie riflessioni. È un fatto altamente democratico che fa onore alla vitalità del Parlamento, al centralismo del Parlamento che è un istituto cardine all'interno del nostro sistema Paese e di questo non posso che esserne pienamente soddisfatto”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • toninopintus

    26 Dicembre 2009 - 15:03

    ...approvata senza la necessità di ricorrere al voto di fiducia: è questa la notizia. Al Senato, infatti, non sono stati presentati migliaia di emendamenti dell'opposizione come era accaduto alla Camera dei deputati con lo scopo di ritardare l'iter della legge e lasciare il Paese nel caos, proprio adesso che stiamo faticosamente uscendo dalla crisi economica. Quando non c'è ostruzionismo si può aprire il confronto, discutere e dibattere. Il voto segreto non ha fatto danni, segno che la maggioranza tiene nonostante le esternazioni di Gianfranco Fini.

    Report

    Rispondi

  • delfo20

    22 Dicembre 2009 - 20:08

    Grazie a "tanorusso"e a "fonty" condivido tutto ciò che avete detto sulla finanziaria. Grazie ancora e stiamo vigili è? E' un momento che dobbiamo aiutare il nostro combattente Silvio. Gradite i miei più sinceri auguri di buone Feste.

    Report

    Rispondi

  • fonty

    fonty

    22 Dicembre 2009 - 19:07

    Così anche questa volta è stato scongiurato l'assalto alla diligenza, come era prassi nei gloriosi anni passati,con grande scorno dei vari Fini e Casini che morivano dalla voglia di mettere le mani sul malloppo.

    Report

    Rispondi

  • tanorusso

    22 Dicembre 2009 - 18:06

    Con questa approvazione sono ben serviti, bersani e casini,non mi sento di menzionare di pitro che considero un non politico, ma un essere spregevole un ex falso magistrato e poliziotto.

    Report

    Rispondi

blog