Cerca

Natale, i Nas sequestrano

biscotti all'olio paraffino

1
Natale, i Nas sequestrano

Tra i tanti dolciumi sequestrati in Italia in concomitanza con le festività natalizie, ci sono anche i biscotti cotti con un olio minerale paraffino-naftenico, un derivato del petrolio utilizzato per plastificare le confezioni. Savoiardi, krumiri e amaretti, già pronti per il commercio sono stati sequestrati dai carabinieri dei Nas, il nucleo antisofisticazione, nell'ambito dei controlli avviati a livello nazionale su tutta la filiera dei prodotti alimentari. Le irregolarità più gravi sono state riscontrate dagli investigatori nella sede torinese del Biscottificio Piemontese, dove i carabinieri hanno scoperto che il materiale per oliare le teglie e per dorare i biscotti cotti nel forno non era di origine alimentare. Per questo sono stati sequestrati 600 litri di olio paraffino-naftemico e 200mila confezioni di dolci.

Oltre al biscottificio piemontese, sono stati posti sotto sequestro altri dodici esercizi tra Milano, Monza e Brianza, Brescia, Caserta, Potenza e Treviso. I risultati sono dei più disgustosi: scarafaggi in mezzo ai marron-glacè ancora da confezionare, prodotti scaduti da anni e rietichettati. Più di 200 persone sono state denunciate per frode in commercio. Nel caso del biscottificio piemontese i carabinieri stanno accertando se l'olio derivato dal petrolio che veniva utilizzato per la cottura dei biscotti sia pericoloso per la salute.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gbbonzanini

    23 Dicembre 2009 - 17:05

    per la verità non era olio paraffinato, ma olio di vaselina il cui consumo si era arrestato dopo il caso "Marrazzo"

    Report

    Rispondi

media