Cerca

"La Russa fascista"

Livorno contro il ministro

"La Russa fascista"

Ventuno scritte, tutte sui muri di edifici pubblici e privati in pieno centro a Livorno e realizzate con vernice rossa, sono state lasciate nella notte del 24 dicembre da un gruppo di simpatizzanti dell'area antagonista che dopo la mezzanotte ha improvvisato il raid in risposta alle frasi pronunciate nei giorni scorsi dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa, in una cerimonia di auguri natalizi alle forze armate svoltasi alla caserma Vannucci di Livorno nel corso della quale aveva ricordato anche la Decima Mas. La sinistra radicale livornese ha subito criticato le frasi del ministro, bollandole come apologia del fascismo e nell'improvvisato raid antagonista sono comparse scritte oltraggiose nei confronti dello stesso La Russa, ma anche dell'esercito, delle banche e del sistema finanziario, oltre a una serie di scritte che invece inneggiavano all'Eta, a Lenin e a Stalin.

«Da chi inneggia a Stalin, Lenin e l'Eta non ci si può aspettare molto di meglio»: è questo il commento del ministro della Difesa, Ignazio La Russa. «Durante la mia recente visita alla caserma Paolo Vannucci di Livorno - aggiunge La Russa - chiesi al prefetto di Pisa di far rimuovere al più presto l'ignobile scritta '19 uomini uccisi dall'imperialismo ebraicò, apparsa all'indomani della strage di Nassirya e ancora presente sul muro dell'aeroporto Galileo Galilei; scritta questa che offendeva i nostri caduti e un Paese amico come Israele». «Evidentemente questa mia richiesta, accolta immediatamente dal prefetto e dall'amministrazione comunale, che ringrazio - conclude La Russa - ha dato fastidio ai suoi autori, gli stessi che durante la notte di Natale non hanno trovato di meglio da fare se non offendere nuovamente le nostre forze armate e i nostri caduti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • nicola.guastamacchiatin.it

    28 Dicembre 2009 - 09:09

    Il Ministro La Russa dovrebbe rivedere il suo calendario ricordandosi che oggi, e non ieri, egli ha giurato fedeltà a questa Costituzione nata dall'antifascismo e per cui,la famigerata x^ Mas risulta, da indagini storiche, essere stata una espressione fasciista della Republica di Salò che partecipò, unitamente alle formazioni naziste dell'esercito Tedesco occupante il suolo Italiano al rastrellamento di giovani facenti parte delle formazioni antifasciste partigiane. Il suo nome,attualmente,non può essere gradito a questo Stato antifascista. Da non dimenticare che a comandare questa formazione era il Colonnello Valerio Borghese. La Russa o ci fa oppure è fuori di testa. Ho votato per Berlusconi ma non per La Russa.

    Report

    Rispondi

  • crosta

    26 Dicembre 2009 - 20:08

    Per fortuna che il premier ha dato indicazioni circa un nuovo periodo d'amore, comprensione, ecc... altrimenti chissà che cosa veniva detto e/o tirato fuori. Al di là di tanti proclami che mi sanno di ipocrita e di falso qui l'unica cosa che mi sembra è che ci sia solo una gran voglia di menar le mani. Speriamo in bene.

    Report

    Rispondi

  • fabio.gsysnet.it

    26 Dicembre 2009 - 19:07

    Sono nato a Livorno ed amo la mia città. non amo purtroppo la stragrande maggioranza dei cittadini che ormai per tradizione, essendo a sinistra, hanno dei comportamenti offensivi verso chi non la pensa come loro. Mi auguro che a breve ci sia un cambiamento di tendenza. Ciedo ai politici che "investano" affinchè tale situazione cambi rapidamente

    Report

    Rispondi

  • odegio

    26 Dicembre 2009 - 18:06

    nel perido bellico, mio padre faceva parte di quel leggendario 186° battaglione paracadutisti folgore e mio zio ( suo fratello ) dell'altrettanto leggendaria 10à MAS. Li ricordo con orgoglio e la ringrazio vivamente per averli ricordati. GRAZIE!!!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog