Cerca

Lago Massaciuccoli esonderà

Piena venerdì, tutti evacuati

Lago Massaciuccoli esonderà
È prevista per venerdì l'esondazione del lago Massaciuccoli, come si apprende dopo la riunione in provincia a Lucca tra i comuni di Massarosa, Viareggio e Camaiore, il prefetto Carmelo Aronica e il presidente della Provincia Stefano Baccelli.
La riunione è stata utile a concertare i piani di evacuazione della popolazione che vive nella prossimità del lago Massaciuccoli. Si tratta di piani che prevedono, in caso di conferma delle previsioni, l'evacuazione delle case entro giovedì sera.
Nel frattempo, a Pisa è stata aperta durante la notte l'Unità di crisi, predisposta dal vicecapo del dipartimento di Protezione civile Bernardo De Bernardinis.

La possibilità che il lago Massaciuccoli esondi «è lo scenario peggiore, ma non è il più probabile». Lo afferma il Bernardo De Bernardinis, vice capo del Dipartimento di Protezione civile, chiarendo qual è attualmente la situazione in Toscana, nelle zone colpite dalle piogge di questi giorni.
«Siamo in una fase di prevenzione - ha aggiunto - per la quale stiamo lavorando con i sindaci dei paesi interessati, Pisa, Viareggio, Vecchiano e Massarosa, preparandoci anche alla possibilità che si realizzi lo scenario peggiore, che però - ha detto - non è il più probabile».
«Se anche tale scenario si realizzasse - ha specificato - solo aree limitate dei paesi interessati verrebbero coinvolte, aree situate attorno alle zone depresse e meno abitate». De Bernardinis ha sottolineato che «le municipalità stanno già operando» e che si sta «garantendo la difesa dei luoghi in cui si è già operato».

Sono 150 i militari dell'Esercito impegnati sul fiume Serchio e sul lago di Massaciuccoli per la ricostruzione e il rafforzamento degli argini. Con i 150 uomini della brigata paracadutisti Folgore, del X e VIII Genio Guastatori e del II Genio Pontieri, sono state trasferite in Toscana tre macchine per il movimento terra e tutto il materiale utile per il lavoro anche notturno. A Pisa si trova in stand by un elicottero multiuso dell'aviazione dell'Esercito.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • pie2303

    30 Dicembre 2009 - 11:11

    Toscana: la regione dei consorzi e dello zoccolo duro del potere di un preciso colore politico. Consorzi sovvenzionati dai soldi dei contribuenti, ma utili solo a erogare "una pensione" a tutta una discarica di politici trombati o dismessi che affollano i consigli d'amministrazione. Ora, le varie autorità di bacino, che avrebbero dovuto occuparsi della messa in sicurezza di corsi d'acqua e laghi, sono tutte affannate a riversare la colpa del disastro sullo stato centrale che non ha elargito i fondi necessari. Ma le imposte pagate ogni anno dai contribuenti ai consorzi dove sono finite? In stipendi dei vari consigli d'amministrazione, dei funzionari assunti solo per meriti di partito e in piani di sicurezza solo cartacei, utili solo a chi li ha redatti? Speriamo che la magistratura faccia luce su quanto è successo, ma credo rimarrà una pia illusione.

    Report

    Rispondi

blog