Cerca

Ubriaco al volante

uccide un bambino di 9 anni

Ubriaco al volante

Trieste - Un altro pirata della strada ed un’altra vittima, un bambino di 9 anni. E’ successo ieri pomeriggio a Trieste, quando il piccolo Davide Bressan è stato investito dal conducente di un auto che poi è risultato essere ubriaco, con un tasso di alcol ben superiore rispetto al limite previsto dalla legge.
L’uomo è stato arrestato per l’ipotesi di reato di omicidio colposo. Marzio S., 34 anni, ha centrato il piccolo Davide in via Costalunga, nella periferia della città giuliana. Il bambino stava giocando nel giardino della casa dei nonni. L’impatto con l’auto è stato molto violento e per lui non c’è stato scampo, è morto sul colpo. Il pirata era alla guida di una Chrysler Status intestata alla moglie e stava percorrendo via Costalunga. Nei pressi di una strettoia, è sbucato Davide che stava rincorrendo un pallone da calcio. A quel punto l’impatto e l’arrivo dei soccorsi non è servito a nulla.
Marzio è stato sottoposto dai vigili urbani al test dell’etilometro. Interrogato dagli inquirenti, prima ha affermato che un’auto precedeva la sua, poi è scoppiato in lacrime. Lunedì verrà interrogato dal gip. Gli accertamenti medici hanno rilevato una percentuale superiore a un grammo di alcol per litro di sangue, più del doppio del massimo permesso dalla legge.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • curatola

    06 Settembre 2008 - 15:03

    Ho la tragica convinzione che anche se fosse stato sobrio lo avrebbero dichiarato ubriaco. Vorrei sapere se le quantità tollerate sono uguali in tutta europa,ma credo che noi vogliamo fare i primi della classe...

    Report

    Rispondi

blog