Cerca

Pd: "Serve Garante della salute"

A Foggia aperte due commissioni d'inchiesta

Non sono finiti i casi di malasanità in Italia. Notizie di questi giorni e di queste ore: quattro nuovi casi dal Nord al Sud del Paese, a partire dalla morte di due neonati nello stesso reparto di Terapia intensiva di Foggia. C'è poi l'ottantenne morto dopo essere caduto da una autoambulanza a Bari, una donna morta di tumore in Trentino dopo che il risultato del pap test non le era stato spedito perché non aveva pagato il francobollo, un uomo morto d'infarto a Pisa poco dopo essere uscito da un Pronto Soccorso.
Pd: "Serve Garante della salute"
Non sono finiti i casi di malasanità in Italia. Notizie di questi giorni e di queste ore: quattro nuovi casi dal Nord al Sud del Paese, a
Libero-news.itLibero-news.it

Ignazio Marino (Pd), ha depositato un ddl che prevede la nascita di un'Agenzia nazionale con funzioni di Garante della salute

partire dalla morte di due neonati nello stesso reparto di Terapia intensiva di Foggia. C'è poi l'ottantenne morto dopo essere caduto da una autoambulanza a Bari, una donna morta di tumore in Trentino dopo che il risultato del pap test non le era stato spedito perché non aveva pagato il francobollo, un uomo morto d'infarto a Pisa poco dopo essere uscito da un Pronto Soccorso. Così il presidente della commissione parlamentare d'inchiesta sul Servizio sanitario nazionale, Ignazio Marino (Pd), ha depositato un ddl che prevede la nascita di un'Agenzia nazionale con funzioni di Garante della salute: l'agenzia dovrebbe effettuare controlli e verifiche della qualità delle prestazioni e delle cure offerte. Ma avrebbe anche un potere reale: quello di far chiudere reparti ospedalieri e strutture sanitarie che dovessero risultare 'ì”non idonei”.

 Commissione d’inchiesta – Nel frattempo, in merito al caso dei due neonati morti negli ultimi sette giorni a Foggia, oltre alla Procura della Repubblica (trenta persone indagate), anche la Commissione parlamentare sugli errori sanitari e i disavanzi sanitari regionali, presieduta da Leoluca Orlando (Idv), ha aperto un'inchiesta. La Commissione ha chiesto una relazione all’Assessore alla sanità pugliese per chiarire lo svolgimento dei fatti ed accertare eventuali responsabilità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • waldi

    25 Febbraio 2010 - 08:08

    perchè i politici del pd, tanto bravi a chiedere le dimissioni di tante persone politiche,non fanno questa richiesta per la sottosegretaria alla salute francesca martini che invece di fare le crociate contro bigazzi e spendere soldi pubblici per fare appartamentini.... a cani e gatti, non va nelle strutture sanitarie nazionali per cercare di evitare questi bollettini di guerra dovuti alla malasanità? i salotti degli animalisti si vergognassero di queste vicende,e non di una persona che ha detto la ricetta per cucinare il gatto.Piena solidarietà ai genitori e parenti di queste tragedie.

    Report

    Rispondi

  • ferrarigiuliano

    09 Gennaio 2010 - 11:11

    posto per un politico mangiasoldi. Non bastano quelli che ci sono? Semplice chi sbaglia paga e va a zappare la terra e non continua a fare il medico. Il Garante per i malati è un altro succhiasoldi dei cittadini italiani!

    Report

    Rispondi

  • gasparotto

    07 Gennaio 2010 - 19:07

    Non serve nessun garante della salute. Serve una revisione totale della riforma sanitaria e di tutte le storture che l'hanno alimentata in peius. Abolizione dei reparti dozzinanti, todos caballeros senza più una scala gerarchica, un uomo solo al comando e tutti gli altri medici dirigenti sulla carta con abolizione del valido vecchio schema: primario, aiuto, assistente.Carenza di organici ed ospedali che non sono più all'altezza per carenza di mezzi e di specializzazioni. Strutture che sopravvivono per volontà politica ma dalla manifesta inefficienza. Oraganici di equipe mediche ed infermieristiche carenti e raccogliticce. Pronti soccorso sia sul territorio che negli ospedali affidati a medici poco pratici. E poi dulcis in fundo i DRG che hanno prodotto una disarmante sine cura, come quel giovane con i dolori precordiali al quale nessuno ha pensato di fare un ECG nè gli enzimi cardiaci pur di risparmiare sui DRG.Riguardo le sepsi e la risposta del pap test c'è da parlarne.

    Report

    Rispondi

blog