Cerca

Il Papa rievoca il fantasma comunista

Benedetto XVI ricorda che "la crisi economica non è ancora superata" e avverte sui pericoli dell'omofobia

Il Papa rievoca il fantasma comunista
Oggi il Papa ha toccato due temi fondamentali: quello della crisi economica e quello dell'omofobia.
Crisi economica- Riguardo la prima,  Benedetto XVI ha ricordato come  "L'umanità appare ancora segnata dalla drammatica crisi che ha colpito l'economia mondiale e ha provocato una grave e diffusa instabilità sociale". Poi ha aggiunto: "la mentalità corrente, egoistica e materialistica, dimentica dei limiti propri a ciascuna creatura, minaccia il creato".
Libero-news.itLibero-news.it

La negazione di Dio  sfigura la libertà della persona e devasta anche la creazione



L'egoismo, alla base della crisi economica, è anche la causa del degrado ambientale, ha precisato il Pontefice. Benedetto XVI ha poi rievocato il fantasma comunista: "Vent'anni fa, quando cadde il Muro di Berlino e quando crollarono i regimi materialisti ed atei, non si è potuto avere la misura delle profonde ferite che un sistema economico privo di riferimenti fondati sulla verità dell' uomo aveva inferto, non solo alla dignità e alla libertà delle persone e dei popoli, ma anche alla natura, con l'inquinamento del suolo, delle acque e dell'aria. La negazione di Dio sfigura la libertà della persona umana, ma devasta anche la creazione! Ne consegue che la salvaguardia del creato non risponde in primo luogo ad un' esigenza estetica, ma anzitutto a un' esigenza morale, perché la natura esprime un disegno di amore e di verità che ci precede e che viene da Dio".

 



Poi, facendo riferimento alla conferenza di Copenaghen, si è quindi augurato che "nell' anno corrente, prima a Bonn e poi a Città del Messico, sia possibile giungere ad un accordo per affrontare queste questioni in modo efficace. La posta in gioco è tanto più importante perché ne va del destino stesso di alcune Nazioni".

Libero-news.itLibero-news.it

Salvaguardare il creato è un'esigenza morale, perché la natura esprime un disegno di amore e verità che ci precede e viene da Dio


Omofobia- Attacchi "all'uomo e all'ambiente sono rapprensentati anche da "leggi e progetti che, in nome della lotta contro la discriminazione, colpiscono il fondamento biologico della differenza fra i sessi''. Il Papa ha fatto implicito riferimento alle norme sull'omofobia in discussione in varie sedi, dall'Onu ai singoli Stati, riallacciandosi al concetto di "'ecologia umana" tracciato nell'encliclica "Caritas in veritate".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • geog

    12 Gennaio 2010 - 08:08

    per te ogni occasione è buona per vomitare l'odio che corrode le tue viscere. dimostri , ogni volta che blateri, la tua toale idiozia e assoluta imbecillità

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    11 Gennaio 2010 - 22:10

    Il Pontefice e il Suo Onorato Collegio Vescovile che comprende anche i Cardinali, per essere in comunione con quando disse Gesù di Nazareth, dovrebbero scendere da quei scanni e mischiarsi con la gente comune composta da operai, mendicanti, impiegati, ed altri lavoratori comprese le donne e madri di famiglia che quotidianamente assolvono al compito di essere badanti dei propri figli e mariti, per capire,terra terra, come la pensa il semplice popolo di Dio. Il popolo comune non ha svolto studi classici e umanistici e neppure Teologici e filosofici ma,ha studiato naturalmente come rimediare un pasto e cucinarlo e dopo, quando hanno un attimo di riposo,pregano Dio con tutto l'animo e non si pongono il problema se domani a comandare saranno o i comunisti o i fascisti oppure qualche altra accozzaglia di politici assetati di soldi e potere perchè,per costoro,la vita umana è breve e piena di sofferenze e pertanto,non vale la pena di attaccarcisi tanto.Per costoro cè il sorgere del sole.

    Report

    Rispondi

  • blues188

    11 Gennaio 2010 - 14:02

    Il Papa, questo Papa, mette delicatamente il dito dentro le piaghe dell'Uomo moderno con la delicatezza di chi gliele vuole curare, non con la forza di voglia solo condannare. I suoi sono richiami affilati ma sempre detti con Amore, lo stesso Amore che Cristo ha usato per il genere umano tutto. Ecco, forse è a causa di questo suo agire umile che è stato immediatamente denigrato, nello stesso identico minuto che saliva al Soglio. Questo intelligentissimo Papa è umile nella stessa misura e non si astiene dal dire la Verità perché da questa ne ricava il coraggio necessario. Peccato, peccato davvero che non sia stimato come merita e che sia circondato da persone che lavorano contro lui e per altri. Ma una preghiera per Benedetto ci sarà sempre!

    Report

    Rispondi

  • marino43

    11 Gennaio 2010 - 13:01

    Per taluni certamente anche il Papa fa parte di quella schiera di komunisti che dicono che la crisi è vera, profonda e coinvolge una gran massa di popolazione. Certamente per costoro anche il Papa è colpito da psicosi ed è un fomentatore di odio. Anche il Papa dice che la crisi è stata supportata dai risparmi delle famiglie e non dal governo..ma sicuramente ci sarà qualcuno del partito dell'amore che dirà che il Papa non deve dire cose contrarie a SCARFACE.

    Report

    Rispondi

blog