Cerca

"El Gordo" rischia di uscire di cella

Uccise Federica in Spagna, decorrenza dei termini

1
"El Gordo" rischia di uscire di cella
Victor Diaz Silva rischia di essere rimesso in libertà per decorrenza dei termini di carcerazione preventiva. Un anno e mezzo fa’ l’omocidio: il 30 giugno 2008 l'uruguaiano detto 'El Gordo' reo confessò il delitto di Federica Squarise, 21 anni di San Giorgio delle Pertiche, in provincia di Padova, a Loret de Mar in Spagna.

L'allarme è dell'avvocato della famiglia Squarise, Agnese Usai, che oggi denuncia che per l'uomo a luglio potrebbero aprirsi le porte del carcere. “Tra pochi mesi - afferma Usai all'ANSA - in assenza di una sentenza di condanna o di un provvedimento che stabilisca la proroga dei termini di custodia cautelare, l'indagato dovrà essere liberato. Il processo poichè non è ancora iniziato, difficilmente potrà concludersi a luglio”. Il ritardo, ha fatto sapere il collega spagnolo della professionista italina, è dovuto al fatto che il Tribunale Supremo in Spagna deve ancora stabilire se tale tipologia di reati debba essere giudicata da un un Collegio di giudici togati o da uno di giudici onorari. “La famiglia - dice ancora l'avvocato - vive un profondo sconforto a distanza di quasi due anni non vede ancora il riconoscimento della responsabilità del reo confesso, che ha ucciso e violentato la figlia”. A questo proposito la stessa famiglia Squarise e l'associazione 'Per Federicà onlus lanciano un appello affinchè le autorità intervengano e almeno si garantisca che El Gordo non venga liberato per decorrenza dei termini di carcerazione preventiva. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • roaldr

    17 Gennaio 2010 - 16:04

    anche nella Spagna di Zapatero, icona delle sinistre, dopo un anno e mezzo non hanno ancora processato questo infame? anche nella Spagna di Zapatero, icona delle sinistre, uno squallido reo confesso di omicidio a sfondo sessuale, potrebbe uscire di carcere per un cavillo burocratico? ma tu guarda!

    Report

    Rispondi

media