Cerca

Rieti, sequestrata casa di riposo. Anziani legati ai letti

Gli ospiti pagavano tra 1400 e 2000 euro al mese per la struttura

Rieti, sequestrata casa di riposo. Anziani legati ai letti
Anziani legati ai letti e farmaci scaduti. Una casa di riposo di Tarano, piccolo paese in provincia di Rieti, è stata messa sotto sequestro dai carabinieri. I 26 anziani ospiti, che per stare nella struttura pagavano tra 1400 e 2000 euro al mese, venivano trattati peggio di prigionieri di un lager. Legati con lenzuola a letti che, a detto degli agenti, erano poco più di brandine da campeggio, i vecchietti venivano curati con farmaci scaduti e relegati in un sottotetto inagibile. Ora i carabinieri di Rieti stanno vagliando la posizione dei responsabili che potrebbero essere accusati di sequestro di persona, maltrattamenti e somministrazione di medicinali guasti.

Il blitz -
L'intervento è avvenuto nella notte da parte dei militari della compagnia di Poggio Mirteto, che hanno fatto irruzione nella struttura denominata "La Contrada" nel comune di Tarano.  Nella struttura era presente solo una inserviente, tale S.K. Bogna, 43enne, che non ha rilasciato dichiarazioni. La casa di riposto è stata subito sequestrata e i 26 ospiti sono ora in altre strutture, come gli ospedali di Magliano Sabina e quello di Rieti o presso i parenti. Nel corso delle operazioni, è giunta sul posto anche la legale responsabile della casa di riposo, alla quale i carabinieri hanno affidato la struttura in custodia giudiziale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog